energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ataf e mobilità pubblica, fuoco incrociato sulla giunta Politica

Firenze – Ataf, taxi e mobilità pubblica, si spara da due fronti e l’assessore Giorgetti sta nel mezzo. Oggi in consiglio comunale partono infatti le bordate di Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia e di Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a Sinistra. Assente l’assessore Giorgetti, che però risponde a stretto giro, mentre anche il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Angelo Bassi, si sente in dovere di intervenire a difesa dell’assessore contro quello che è in definitiva un attacco al governo cittadino.

Ad aprire le danze è Francesco Torselli, che la prende un po’ alla larga, accusando la giunta di non avere un piano per la soluzione di una vicenda (quella della mobilità cittadina e del trasporto pubblico) ormai al limite del sopportabile. Nonostante le continue dichiarazioni d’urgenza per dare soluzione a un trasporto pubblico locale sempre più in crisi, è la sintesi dell’intervento di Torselli, le uniche soluzioni che il governo cittadino è in grado di dare entreranno in vigore, se arriveranno, solo fra molti mesi. Il riferimento esplicito è sia alle 70 nuove licenze della categoria tassisti, sia agli annunciati nuovi autisti e mezzi di Ataf: le prime operative fra un anno, i secondi fra sei mesi. “Intanto muoversi in città è impossibile ed ogni giorno Ataf salta oltre 350 corse, mentre gli autisti denunciano condizioni di lavoro al limite dell’accettabile”. Alla fine, conclude Torselli, al di là di nuovi tassisti o di nuove bus e autisti Ataf, “vorremmo sapere se chi amministra Firenze ha una strategia per risolvere il problema della viabilità cittadina e dei disagi patiti dal trasporto pubblico locale oppure no. E alla luce di quanto stiamo vedendo, temiamo proprio che la risposta giusta sia la seconda”.

Ma è la “bordata” di Tommaso Grassi quella che punge sul vivo. Polemizzando per l’assenza dell’assessore Giorgetti) la risposta a Grassi infatti era stata data dall’assessore Gianassi nel ruolo di sostituto), il capogruppo della sinistra dice: “Abbiamo cercato un po’ di dati in autonomia e mi fa piacere sentire dire che l’accordo di cui si è parlato è confermato in toto. Peccato che dei 35 nuovi autobus e delle 65 nuove assunzioni di autisti, non vi sia traccia. Sappiamo bene che questa situazione si realizzerà solo tra 6 mesi e non oggi. Perché la nostra caccia al tesoro ci ha fatto scoprire che alcuni bus non sono nuovi ma sono passati da un’opera di manutenzione e ritinteggiatura. E che per le assunzioni non è stato fatto né un bando e né un avviso di selezione. Anzi si capisce che questi nuovi lavoratori non sono altro che trasferimenti da Busitalia. E con un trattamento di salario molto diverso”.

Risposta al fulmicotrone dell’assessore Giorgetti: “L’Amministrazione comunale sta lavorando per migliorare da subito il servizio di trasporto pubblico. Il consigliere Grassi invece fa illazioni senza fondamento, provocazioni che rispediamo al mittente”, dichiara l’assessore alla mobilità replicando a Grassi. E spiega: “L’intesa conclusa una settimana fa tra Comune e Ataf è quella comunicata, non ci sono cambiamenti come peraltro la stessa azienda ha confermato nei giorni scorsi. Si tratta di un accordo che punta a risolvere i problemi del trasporto pubblico segnalati più volte dai cittadini e lo confermo punto per punto. Quindi i 30 autisti in arrivo da oggi ai prossimi 10 giorni e da novembre gli ulteriori 35 conducenti da novembre e i 30 bus”. L’assessore precisa che i 35 autisti che arriveranno dal 1° novembre e, grazie alle risorse stanziate ad hoc dagli enti locali, saranno in servizio fino al 30 aprile. “Per quanto riguarda il periodo successivo al 30 aprile – sottolinea Giorgetti – dobbiamo aspettare l’esito della gara regionale sul trasporto pubblico per concordare con il vincitore e aggiudicatario e la Regione le nuove e definitive modalità del servizio”.

Per quanto riguarda poi la presunta volontà di sottrarsi al confronto, l’assessore Giorgetti precisa: “La mia assenza di oggi da Firenze e quindi dalla seduta del consiglio comunale di oggi era nota ed era stata comunicata anche nel corso della riunione dei capigruppo di giovedì. Quindi presentare una domanda di attualità questa mattina e poi criticare la mia assenza è quanto meno studiato pretestuoso”.

Difesa spada tratta dal capogruppo Pd Bassi:: “L’assessore Giorgetti sta affrontando, con molta serietà, tutte le problematiche esistenti sul trasporto pubblico locale – aggiunge il capogruppo Bassi – e presto verrà in Commissione a relazionare i consiglieri sulle soluzioni migliori per offrire ai fiorentini un buon servizio pubblico. Non abbiamo bisogno di “grilli parlanti” che ci ricordano quel che stiamo facendo”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »