energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ateneo di Firenze 360° nel ranking mondiale, ma con tante eccellenze STAMP - Università

Le classificazioni, spesso, sono dettate da parametri non troppo obiettivi e che risentono di quelli che potremmo chiamare errori di prospettiva. Nelle graduatorie globali delle istituzioni accademiche che ARWU (Academic Ranking of World University) e QS (Quacquarelli Symonds) hanno pubblicato fra agosto e settembre del 2011, ad occupare le prime posizioni sono i soliti noti: Harvard, Cambridge, MIT, Oxford, UC Berkeley e Stanford. Il ranking mondiale degli Atenei stilato da ARWU e QS, però, mette a confronto istituzioni accademiche che sono dotate di risorse molto diverse e che, per questo, possono contare su investimenti in ricerca davvero disuguali. Quella degli Atenei italiani contro i “titani” anglosassoni, in sostanza, è una lotta impari, specie tenuto conto dei recenti tagli alla cultura accademica operati dal Governo Berlusconi. I parametri normalmente utilizzati per le analisi delle università di livello mondiale sono il numero di pubblicazioni per ricercatore ed il numero di citazioni per lavoro, ma anche l’internazionalizzazione e la percentuale di studenti stranieri che decide di studiare in un Ateneo, il numero di Progetti Marie Curie e ERC, il numero di programmi Erasmus Mundus, la mobilità dei docenti ed altri ancora. Tenendo conto di questi parametri, l’Università di Firenze viene classificata da QS (le 700 migliori Università del mondo) come il 360° Ateneo del mondo, mentre per ARWU (le 500 migliori Università del mondo) si classifica nelle gruppo che va dal 201° al 300° posto. Nelle classifiche globali, però, non  si tiene conto che la ricerca italiana, quando adeguatamente finanziata, produce risultati ben più citati di quella americana, francese, tedesca o giapponese. Le eccellenze vengono appiattite dagli investimenti – pochi, nel nostro caso – per la ricerca accademica. Limitandosi agli Atenei italiani, l’Università fiorentina si classifica allora per ARWU come quinta potenza del mondo accademico nazionale (dopo Milano, Pisa, Roma La Sapienza e Padova) e come settima miglior università italiana per QS (dopo Bologna, Roma La Sapienza, Padova, Milano, Politecnico di Milano e Pisa). Se si tiene conto delle eccellenze, poi, l’Università di Firenze risulta fra le migliori cento a livello mondiale per la chimica e le discipline giuridiche, nonché fra le storicamente più rinomate del mondo per quanto concerne le discipline umanistiche.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »