energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Autore archivi: Mariagiovanna Grifi

About Author

Mariagiovanna Grifi

Mariagiovanna Grifi nasce a Napoli nel 1980. Dal 2001 al 2006 frequenta diversi laboratori di recitazione e di scrittura, partecipa a spettacoli di vario genere e collabora nell’organizzazione di eventi e festival teatrali. Nel 2005 si laurea in Scienze dell’Educazione all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa con la tesi “Elementi di drammaturgia contemporanea: dalla scrittura alla messinscena” soffermandosi su alcuni autori teatrali napoletani del Novecento. Nel 2007 conclude il Master in Letteratura, Scrittura e Critica teatrale presso l’Università Federico II di Napoli con una tesi sulla scrittura come elaborazione del dolore ed inizia a scrivere per vari giornali online. Nel 2008 si trasferisce a Firenze dove consegue il Dottorato di ricerca in Storia dello Spettacolo presso l’Università di Firenze con una tesi sull’attività scenica e drammaturgica di un’attrice italiana del Seicento. Attualmente collabora come articolista e redattore con diversi giornali e portali web e gestisce attività formative ed educative per adulti, adolescenti e bambini.

    “Mario. Un giovane ai tempi delle crisi odierne”: precari di oggi Spettacoli

    «Mario è uno di noi» potrebbero gridare a gran voce i giovani di tutta la nazione, uniti nella paradossale situazione di voler lavorare, ma di non avere più questo diritto. È il disagio giovanile dell’epoca odierna, una brutta condizione in cui si trova anche chi tanto giovane non è neanche più. Il protagonista dello spettacolo

    Leggi tutto

    “La meccanica dell’amore”: Alessandro Riccio e Gaia Nanni Spettacoli

    L'uomo è incastrato nella sua vita standardizzata e difficilmente è disposto a cambiare il proprio modo di pensare e di agire. Ma il progresso avanza e chi è restio al nuovo finisce inesorabilmente per essere emarginato. Gli anziani sono i soggetti maggiormente a rischio, legati al proprio passato, al "ai miei tempi", talvolta arroganti nel

    Leggi tutto

    Monica Guerritore in “End of the rainbow” Spettacoli

    Le loro esistenze sono idealizzate, guardate con invidia da coloro che conducono una vita “comune”. I loro giorni divengono oggetto di fantastici sogni. Ma la realtà è ben diversa. Il peso della notorietà, del successo, dell’apparire in pubblico, a volte soffoca gli artisti, non permette loro un solo “passo falso” e soprattutto li costringe a

    Leggi tutto

    Lucia Poli in “Il fantasma di Canterville” Spettacoli

    «Uno spettacolo semplice e ricco di fantasia», con queste parole Lucia Poli presenta in conferenza stampa il suo nuovo lavoro Il fantasma di Canterville secondo la signora Umney scritto per lei dieci anni fa da Ugo Chiti e tratto dall’omonimo racconto di Oscar Wilde, in scena per le prossime due settimane (dal 21 febbraio al

    Leggi tutto

    “La torre d’avorio”: l’arte e la politica Cultura, Politica, Spettacoli

    L’artista ci crede fermamente. Crede che la sua arte sia al di sopra di ogni cosa, possa rimanere isolata rispetto alla società e alla politica, mantenga sempre la sua autonomia. Ne era ingenuamente convinto anche il direttore d’orchestra Wilhelm Furtwängler, il quale decise di continuare a fare musica nel suo paese nonostante si affermasse con

    Leggi tutto

    Festival Comicocivile: realtà e risate in teatro Spettacoli

    Ridere seriamente. Perché la risata può essere anche riflessione sul proprio tempo, può scaturire dalla visione di una realtà bizzarra e drammatica. Non c’è nulla di più comico del tragico – diceva il caro Beckett. Niente di più vero. È proprio nelle situazioni più tristi che improvvisamente, in modo incontrollabile, scappa una risata, di quelle

    Leggi tutto

    “La schiuma della terra”: l’inizio del Nazismo Spettacoli

    Si riuscì a lottare, finché fu possibile. Poi la paura o la speranza che fosse meno di quello che sembrava ebbero la meglio. Qualcuno cedette per salvarsi la vita, per proteggere i propri cari, per assicurare loro un futuro. Qualcun altro preferì illudersi che fosse un fenomeno temporaneo, che presto tutto sarebbe tornato al suo

    Leggi tutto

    “Occidente solitario”: amore e conflitto Spettacoli

    Seguendo la scia della drammaturgia inglese degli “angry young man”, Martin McDonagh scrive a 27 anni (nel 1997) l’opera Occidente solitario, ultima parte di una trilogia che ebbe subito un grande successo. L’autore, d’origine irlandese, riproduce il difficile rapporto di due fratelli, consumati dal rancore e dalla violenza e costretti a vivere sotto lo stesso

    Leggi tutto

    Memoria: “Trilogia sul potere” al Cestello Cultura

    Spettacoli che contribuiscono a non dimenticare, non dimenticare che c’è stato un “prima” e un “dopo”. In pochi anni i cittadini hanno dovuto fare i conti con un mondo che cambiava repentinamente, costretti ad accettare che ciò accadesse, qualcuno per obbedire alla legge, qualcun altro per paura. In occasione delle Giornate della Memoria la compagnia

    Leggi tutto

    Massimo Castri: ricordo per un grande artista Spettacoli

    Ex direttore dello Stabile della Toscana, Massimo Castri era malato da anni. Era presente l'anno scorso a una replica del suo ultimo lavoro "La cantatrice calva" di Eugène Ionesco, allestimento prodotto dal Teatro Metastasio di Prato con la collaborazione alla regia del giovane Marco Plini. Castri si era fermato poco prima dello spettacolo al bar

    Leggi tutto

    Translate »