energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Autisti Ataf, nuova aggressione, “La prossima volta sarà sciopero” Breaking news, Cronaca

Firenze – Ancora un’aggressione a un autista dell’Ataf, e ancora a una donna. A sottolineare la gravità del fatto, accaduto ieri, una comunicazione della Cgil , con cui gli autisti dichiarano di non poterne più, e che alla prossima, visti i ritardi di azienda e Comune sui provvedimenti da mettere in campo, si andrà direttamente allo sciopero.

“Ieri una nostra collega è stata aggredita (insulti, minacce verbali, sputi, colpi al vetro divisorio), mentre si trovava in servizio in piazza Puccini, da parte di un passeggero – si legge nella nota –  Questo accade dopo che, negli ultimi due mesi, abbiamo registrato altri due casi del genere, uno dei quali anch’esso ai danni di una collega”.

“Abbiamo denunciato pubblicamente entrambi gli episodi – si ricorda nella nota – ed in entrambi i casi ci siamo mossi per chiedere la tutela dei lavoratori sia nelle sedi aziendali (pretendendo la chiusura e la protezione del posto guida) sia nelle sedi prefettizie e politiche, chiedendo anche da parte del Comune un’assunzione di responsabilità e la chiara tutela dei lavoratori, aggrediti, e dei cittadini, sottoposti anch’essi a disagi e pericoli; tuttavia, da parte aziendale la messa in sicurezza totale dei mezzi procede a rilento, già nella nostra precedente comunicazione del 23 ottobre scorso avevamo denunciato la mancata funzionalità dei pulsanti di allarme, avvenuta nel caso di specie, e al di là della manifestata intenzione (da parte del sindaco e dell’assessore alla mobilità) di incontrarci per discutere del problema, nessuna convocazione in merito ci è arrivata”.

Conclude la nota: “Poiché, a questo punto NE ABBIAMO ABBASTANZA, scritto in maiuscolo e sottolineato affinché sia chiaro, e visto che chi dovrebbe ascoltarci non ci pare così solerte nel prendere provvedimenti, ricordiamo che la legge 146/90 prevede, all’articolo 2 comma 7, che “i lavoratori possano scioperare senza obbligo di indicare preavviso in caso di gravi eventi lesivi dell’incolumità e della sicurezza dei lavoratori”; fino ad oggi non è mai stato fatto ricorso a questa possibilità che la legge concede, ma si sappia che esiste sempre una prima volta, che per quanto ci riguarda coinciderà con il prossimo episodio del genere”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »