energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Avon Running Tour, una corsa in rosa per aiutare donne e bambini Sport

Sarà una maratona tutta 'in rosa' quella che percorrerà le vie e le piazze di Firenze domenica 1 aprile. L'appuntamento fa parte dell'Avon Running Tour, promosso dall'azienda di cosmetici americana Avon, che unisce ormai da quindici anni sport e solidarietà raccogliendo fondi per le associazioni impegnate nella prevenzione e nella lotta contro il tumore al seno e nel sostegno alle donne vittime di violenza domestica. Talvolta a fare le spese di questi episodi di violenza non sono solo le donne, ma anche i più piccoli: lo sa bene l'associazione fiorentina Artemisia, che ormai da molti anni si occupa di violenze domestiche su donne e bambini con appositi progetti di sostegno, ai quali andrà l'intero ricavato della tappa dell'Avon Running Tour del 1 aprile. Ogni partecipante alla corsa, che prevede sia una gara agonistica (10 km) che una passeggiata amatoriale a ritmo libero (5 km), entrambe con partenza alle 10.30 da Piazza Santa Maria Novella, potrà invitare i propri amici e familiari a 'scommettere' su ogni chilometro percorso: alla fine, le puntate fatte, attestate da un cedolino, verranno devolute in beneficienza. Potranno partecipare alla maratona le donne di tutte le età, che potranno iscriversi alla corsa recandosi presso le postazioni di Artemisia, presente il 17 marzo in Piazza Beccaria, il 18 in via Orsanmichele, il 24 in via Pellicceria ed il 25 in Piazza Santa Croce, dalle 10 alle 18. Sarà inoltre possibile iscriversi alla gara presso Firenze Marathon (Viale M.Fanti 2, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16), Isolotto dello Sport (Via Argin Grosso 69), Il Campione (Via Mino da Fiesole, Prato) e al Villaggio Avon Running, presente in Piazza Santa Maria Novella sabato 31 marzo dalle 14 alle 18 e domenica 1 aprile dalle 8 alle 9,30. Poco dopo il riconoscimento di Firenze come "Città Europea dello Sport 2012", ecco quindi una bella iniziativa dedicata al benessere e alla solidarietà, per divertirsi insieme facendo sport e sostenendo allo stesso tempo delle importanti attività di aiuto a donne e bambini. Quando si dice…unire l'utile al dilettevole!

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »