energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Azzolina a Firenze, Priorità alla Scuola: “La protesta non va in vacanza” Breaking news, Cronaca

Firenze – La ministra Azzolina a Firenze, preannunciata da uno scarno comunicato del Ministero, “Il Ministero dell’Istruzione informa che oggi la Ministra Lucia Azzolina sarà a Firenze per il Tavolo regionale sulla ripresa di settembre. L’incontro si svolgerà presso l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana”, presidio dell’ultima ora di Priorità alla Scuola, il movimento nazionale che vede insieme insegnanti, docenti, studenti e genitori per una ripresa delle lezioni a settembre che sia il più possibile in sicurezza ma anche capace di riaprire davvero la scuola, per tutti.

“Avevamo chiesto trasparenza – dice Costanza Margiotta, una delle fondatrici del movimento di Firenze – e ci viene restituita oscurità completa, medioevale. La mattina esce la notizia che il Ministero dell’istruzione informa che oggi la ministra sarebbe stata a Firenze. questo non è il modo di confrontarsi con chi si sta attivando da mesi per la riapertura della scuola, in presenza, in sicurezza e in continuità. Questo è il primo punto, l’abbiamo chiesto a tutti, Regione, Comuni, in ogni dove. L’atteggiamento del Ministero denota la non disponibilità al dialogo, quindi ribadiamo che il dialogo è finito, siamo allo scontro completo, perché noi sappiamo che la scuola non riaprirà secondo quanto richiesto”. Vale a dire: senza riduzione di tempo, senza DAD (didattica a distanza), con spazi adeguati, con un organico adeguato, e via così, secondo le richieste che Priorità alla Scuola fa echeggiare da mesi su tutto il territorio nazionale.

“Sappiamo che c’è un problema di organico, anche in una regione per certi versi “fortunata” come la Toscana – continua Margiotta- secondo quanto ci ha confermato l’assessora Grieco. Siamo qui a protestare perché non vogliamo le elezioni dentro le scuole, perché crediamo di essere ancora in tempo per rimediare al tempo perso per la riapertura delle scuole in presenza e in sicurezza per settembre, siamo qui perché sia garantita la responsabilità a causa di covid da parte delle Regioni e delle Asl, per la riapertura delle infermerie scolastiche, richiesta fatta anche dai sindacati su nostro suggerimento e siamo qui, in presenza, per informare la ministra Azzolina che noi non fermiamo la protesta in estate ma presto scenderemo di nuovo in piazza”.

Il presidio di Priorità alla Scuola sta continuando, ma sembra che la ministra Lucia Azzolina abbia declinato la richiesta di incontro.

Intanto, la ministra, sempre nell’ambito della sua visita a Firenze per il Tavolo regionale sulla ripresa di settembre, si è recata anche al  il Teatro della Pergola di Firenze che ha deciso di aprire da settembre i suoi spazi alle attività didattiche. 

Il progetto strategico di consegnare gli spazi del Teatro della Pergola e del Teatro Era di Pontedera ai giovani studenti nell’arco della giornata per le lezioni con i loro insegnanti è stato fortemente voluto dal Comune di Firenze, in particolare dal presidente Tommaso Sacchi, assessore alla cultura, e dall’assessora all’educazione Sara Funaro, come parte importante della nuova identità del Teatro, e con entusiasmo condiviso dai soci della Fondazione.

Dopo aver visitato le sale storiche del teatro e gli spazi che potranno essere destinati ad accogliere studenti e insegnanti, la ministra ha ringraziato per  questa importante  opportunità offerta ai giovani

Insieme a Marco Giorgetti direttore generale del Teatro della Toscana, erano presenti Luigi Salvadori presidente della Fondazione CR Firenze, Gabriele Gori direttore generale della Fondazione CR Firenze, Sara Funaro, assessore all’educazione del Comune di Firenze, Francesco Mori assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Pontedera, Ernesto Pellecchia direttore dell’Ufficio scolastico regionale della Toscana, Roberto Curtolo dirigente USR Toscana, Carla Busconi dirigente dell’Istituto Comprensivo ‘Centro Storico – Pestalozzi’ della città di Firenze.

.L’iniziativa è stata sottoposta, durante gli Stati generali del Governo, da Monica Guerritore, artista impegnata nei percorsi di rilancio delle attività, come progetto pilota in sostegno alla scuola del nostro Paese. Gli spazi saranno a disposizione anche per le attività individuate e gestite da Manu Lalli con l’associazione Venti lucenti.

“Ringraziamo la ministra – hanno dichiarato gli assessori Sacchi e Funaro – che ha subito colto l’importanza del nostro progetto. Come Comune e come Pergola saremo al fianco dei ragazzi per garantire il diritto e anche il dovere di lezioni in presenza in completa sicurezza. Ci auguriamo che altri spazi culturali, dai teatri ai cinema, vogliano seguire l’esempio della Pergola. Siamo pronti a promuovere un confronto con i dirigenti scolastici e con i referenti degli spazi culturali della città e mi auguro che nessuno si tiri indietro. In ballo c’è il futuro dei bambini e dei giovani”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »