energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Azzurro choc, il tricolore Trippi out dalla nazionale Sport

La Federazione italiana ha reso noto stamani la lista dei corridori under 23 ed juniores che parteciperanno ai campionati europei su strada ed a cronometro in programma nella Repubblica Ceca la prossima settimana da giovedi 18 a domenica 21 luglio.
  UNDER 23. Per le prove a cronometro nel terzetto azzurro nessun toscano (Frapporti, Martinelli, Sterbini). Nel “settebello” per la gara su strada invece ci sono Alberto Bettiol e Valerio Conti del GS. Mastromarco (Pistoia). Un giusto riconoscimento a due dei più validi esponenti a livello nazionale della categoria.
   Ma anche un meritato premio alla società che quest’anno ha impostato la squadra dilettanti tutta sugli under 23 (nessun èlite) privilegiando, insomma, la gioventù all’esperienza. Un rischio però ripagato da risultati davvero clamorosi. Con i due alfieri toscani correranno gli europei Fedi, Sterbini, Toniatto, Villella e Zordan.
  JUNIORES. E qui arriva qualche dolente nota. Niente da eccepire per quanto riguarda il terzetto per la prova a cronometro nel quale figura un toscano Francesco Chesi del GS. Romagnano di Massa (gli altri due Affini e Ganna). 
  Per la prova in linea sono sette gli azzurri selezionati: Carboni, Fortunato, Lizde, Minali, Rota, Rupiani e Velasco. Nessuno è toscano. Tra i corridori “scartati” anche il campione italiano Matteo Trippi della “Ciclistica Fosco Bessi” di Calenzano.
   Una decisione che offre il fianco ad una severa critica per i tecnici azzurri – Marco Villa e Rino De Candido – che hanno varato la pattuglia dei corridori.
   Già la circostanza di indossare la maglia tricolore mette il corridore in una posizione di privilegio rispetto ad altri di pari valore. A convalidare questa tesi c’è l’esempio di Alfredo Martini. Nelle sue squadre azzurre professionisti varate per i mondiali in 23 anni di commissario tecnico hanno sempre compreso il campione italiano. E solo una volta, appunto, in 23 anni il campione nazionale, si trattava di Vittorio Algeri, è stato riserva.
   Ma a parte questo pur importante riferimento si può aggiungere che domenica scorsa a Fabbrica di Peccioli (Pisa) nel Trofeo Rocco, gara nazionale per juniores, Trippi è arrivato terzo ed i sette selezionati per gli europei tutti dietro. Quindi non solo è campione italiano, ma è pure in grande forma.
    Pare che i tecnici azzurri abbiano giustificato questa esclusione dicendo che Trippi sarà un componente della squadra azzurra per i mondiali di settembre a Firenze. La gara iridata arriverà tra due mesi e mezzo quindi appare singolare una simile giustificazione.
   Sia perché Trippi (ma anche altri azzurri) poteva disputare sia gli europei come i mondiali visto il lungo lasso di tempo che intercorre tra i due appuntamenti; sia perché, speriamo di no, Trippi potrebbe arrivare ai mondiali fuori forma e in tale caso sarebbe giusto che non venisse selezionato.
    La Toscana conta poco nei palazzi del potere?. Forse. Comunque lunedi prossimo alla Casa del Popolo di Calenzano la “Fosco Bessi” festeggia il suo neo campione italiano. Magari in quella pur festosa circostanza i dirigenti potrebbero varare un documento con il quale manifestare al presidente federale Renato Di Rocco amarezza e stupore per l’esclusione di Trippi dalla squadra azzurra per gli europei.
Franco Calamai

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »