energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Badia a Passignano, vetrate del ‘700 tornano agli antichi splendori Breaking news, Foto del giorno

Firenze – Le imponenti porte di Badia a Passignano, caratterizzate da vetri opalescenti risalenti al diciottesimo secolo, sono tornate agli antichi splendori. E’ stato un intervento di restauro, promosso dal Lions Club Barberino Tavarnelle e finanziato da ChiantiBanca, a salvare i bellissimi portali dai segni del tempo. Tre porte finestre a due ante, realizzate in legno e vetro a piombo con l’impiego di materiali rullati trasparenti sono state al centro di una complessa opera di restauro che ha richiesto le specifiche competenze di un falegname e un maestro vetraio. Virdi Sukhwant Singh della Falegnameria Virdi si è occupato della parte lignea, della ripulitura della superficie e della sistemazione di ogni elemento caratterizzante le porte finestre, compresa la realizzazione di una nuova intelaiatura in vetro piombata; Stefano Mori della Vitrum Arte ha impiegato le proprie abilità nel restauro e nella sostituzione dei pannelli in vetro danneggiati dal trascorrere dei secoli con altrettanti materiali di pregio e di rara manifattura che rispettano le lavorazioni e le caratteristiche originarie.

L’abbazia di Badia a Passignano, eretta intorno all’anno Mille dal fondatore dell’ordine monastico benedettino vallombrosano San Giovanni Gualberto, protettore dei Forestali d’Italia, celebrato a Sambuca in Val di Pesa con una tradizionale festa che ricorre il 12 luglio, è nota anche per il celebre affresco di Domenico Ghirlandaio che decora le pareti del refettorio con una maestosa raffigurazione dell’Ultima Cena. Il complesso è stato poi rimaneggiato nei secoli successivi con interventi che ne hanno modificato l’aspetto tale da evocare oggi la struttura di un castello. L’abbazia e l’adiacente Chiesa di San Michele Arcangelo a Passignano sono aperte per visite tutti i giorni, ad eccezione del martedì. Info e prenotazioni: 055 8071171.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »