energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bambini Saharawi in vista a Prato Notizie dalla toscana

Prato – Sta per concludersi il soggiorno dei bambini Saharawi ospiti sul nostro territorio dall’inizio di luglio. Prima di tornare nel campo profughi di Tinduf i “piccoli ambasciatori di Pace” hanno incontrato questa mattina nel salone consiliare di palazzo Buonamici i rappresentanti della Provincia e dei Comuni pratesi. Ad accogliere gli 11 bambini, di età compresa tra gli otto e i quattordici anni, erano presenti la consigliera provinciale Paola Tassi, la presidente del consiglio comunale di Prato Ilaria Santi e i sindaci di Vaiano Primo Bosi, di Poggio a Caiano Marco Martini, di Montemurlo Mauro Lorenzini e di Vernio Giovanni Morganti.

Ogni anno l’accoglienza a un gruppo di bambini provenienti dalla tendopoli di Tinduf, nel Sahara, è resa possibile dagli accordi siglati fra Provincia, tutti i Comuni pratesi, il coordinamento Toscano di sostegno alla Repubblica Saharawi e l’associazione Ban Slout Larbi. Grazie al protocollo, rinnovato annualmente fin dal 1997, i piccoli non solo possono usufruire di un periodo di tranquillità in strutture adeguate alle loro esigenze di bambini ma anche effettuare visite mediche e controlli sanitari. Quest’anno i piccoli hanno soggiornato nelle strutture messe a disposizione a Montemurlo dall’associazione La storia camminata. Dopo uno scambio di doni i piccoli hanno pranzato al fresco del giardino Buonamici.

Nel corso della visita è stata ribadita la necessità di un impegno di sensibilizzazione, nei confronti dei governi, per il riconoscimento del diritto di cittadinanza di questo popolo che vive esiliato da quaranta anni nel deserto algerino dell’Hammada dopo l’invasione da parte del Marocco del territorio del Sahara.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »