energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Battaglia della Meloria, delegazione pisana a Genova con Conti Breaking news, Cronaca, Foto del giorno

Genova – Il 6 agosto 1284, nei pressi delle Secche della Meloria, si svolse lo scontro tra la Repubblica di Pisa e la Repubblica di Genova. Nonostante la data del 6 Agosto, festa di San Sisto, fosse stata propizia ai Pisani in quanto foriera delle principali vittorie militari, le galee pisane, guidate dal podestà Alberto Morosini, furono sconfitte pesantemente dai Genovesi. Molti furono i morti, mentre i prigionieri furono 9.272. Tra questi anche l’illustre Rustichello, che nelle prigioni genovesi scrisse per conto di Marco Polo il cosiddetto Milione.

In ricordo di quell’antica battaglia, oggi a Genova si è tenuta la prima delle celebrazioni per ricordare i caduti nella Battaglia della Meloria del 1284. Presenti alla semplice cerimonia che si è svolta a Campo Pisano il sindaco di Pisa Michele Conti, il vice sindaco di Genova, Massimo Nicolò, l’assessore alla cultura, Barbara Grosso, e Andrea Hiroshi Remuzzi, membro del comitato di regata Repubbliche Marinare. Per Pisa erano presenti anche il vice presidente del Consiglio Comunale, Riccardo Buscemi, e la consigliera comunale Virginia Mancini.

L’iniziativa si è svolta grazie alla sinergia tra vari soggetti: il Comune di Pisa e il Comune di Genova, che hanno concesso il patrocinio, la Capitaneria di Porto di Livorno, Porto di Pisa, Croce Rossa Italiana e i sodalizi Associazione Il Mosaico, Accademia dei Disuniti, Associazione Marinai d’Italia, Archeo Club Pisa, Amici di Pisa e Lega Navale Pisa.

Tornando alla Meloria e ai numerosi prigionieri pisani, dopo quindici anni di prigionia, molti fecero ritorno in patria. L’esito infausto di quella battaglia fu un primo segnale della successiva decadenza dell’antica e potente Repubblica Marinara, anche se per buona parte del XIV secolo Pisa rimase ancora una potenza militare tanto da vincere la famosa battaglia di Montecatini nel 1315 contro Firenze e altre città ad essa alleate.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »