energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bekaert: advisor, sindacati chiedono convocazione urgente Breaking news, Economia

Firenze – Si è svolto ieri, lunedì 3 settembre, presso la sede dell’Agenzia regionale per l’impiego (Arti), l’incontro fra i rappresentanti della Bekaert, assistiti da Confindustria Firenze, delle organizzazioni sindacali di categoria Fiom-Cgil. Fim-Cisl, Uilm-Uil, della Rsu aziendale e dell’Associazione toscana dirigenti industriali. Presenti, per Arti, i funzionari dell’Ufficio vertenze e crisi aziendali di Firenze.

Nel corso dell’incontro, come registrato nel verbale conclusivo di riunione, le organizzazioni sindacali hanno ribadito la richiesta di immediata convocazione da parte del Mise in merito alla discussione sul Piano di reindustrializzazione e Piano sociale del sito produttivo di Figline Valdarno. Hanno anche ribadito la richiesta di ulteriore sospensione dei termini della procedura di licenziamenti collettivi per permettere l’attuazione del Piano di reindustrializzazione.

Da parte sua l’azienda, che ha nominato un advisor, l’italiana Sernet spa, per guidarla nel percorso del piano sociale conseguente alla dismissione dell’attività,  ha ribadito la disponibilità ad approfondire il dialogo nel merito dei contenuti di un possibile accordo ed espresso la preoccupazione per il ritardo nella analisi dei contenuti stessi. Ha quindi sottolineato l’urgenza che le parti verifichino la possibilità di raggiungere entro il mese, prima della fine della procedura, non ulteriormente prorogabile, un accordo dal quale scaturirebbero strumenti offerti dalla società a beneficio dei lavoratori.

“Anche l’esito dell’incontro presso Arti – è il commento del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi – conferma l’assoluta necessità che il ministro Di Maio convochi subito le parti. Non c’è più tempo da perdere per dare risposta ai lavoratori della Bekaert, alle loro famiglie, a un intero territorio”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »