energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Betori consigliere di Benedetto XVI per la cultura Cronaca

L’Arcivescovo di  Firenze, monsignor Giuseppe Betori, sabato 10 dicembre è stato nominato da Benedetto XVI membro del Pontificio Consiglio per la Cultura. Betori è l’unico vescovo italiano nominato che guida una diocesi e che è chiamato ad essere consigliere del Papa per la Cultura. L’altro italiano è l’arcivescovo Rino Fisichella presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, e cardinale mancato come Betori, all’ultimo Concistoro. Con loro l'arcivescovo di Washington William Wuerl e alcuni importanti personaggi del mondo culturale, come il musicista e compositore estone Arvo Part e il filosofo Jean-Luc Marion. L'Assemblea plenaria del Dicastero si svolge una volta ogni tre anni, i membri papali restano in carica cinque anni, con il compito di studiare e definire i programmi del Ministero della Cultura del Papa, dando vita a uno scambio di esperienze e di riflessioni circa le diverse situazioni culturali delle società contemporanee nella prospettiva dell'evangelizzazione e del dialogo della Chiesa con le culture. Nell'intervallo di tempo tra due Assemblee plenarie, i membri sono sollecitamente e debitamente informati e consultati circa lo sviluppo dei programmi e delle attività del dicastero. La sede si trova in via della Conciliazione, n. 5 in uno dei palazzi di proprietà del Vaticano che godano del diritto di extraterritorialità, ovvero sono a tutti gli effetti terreni vaticani, anche se fuori dalle mura leonine. Il Pontificio Consiglio per la Cultura è stato creato dal Beato Papa Giovanni Paolo II il 20 maggio 1982 con lettera autografa al Cardinale Segretario di Stato.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »