energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

BHMF: un mese di confronto con la cultura “black” Cultura

Firenze – Quarta edizione per BHMF, acronimo di Black History Month Florence, l’evento annuale che coinvolge la città con il Patrocinio del Comune di Firenze e numerosi partner pubblici e privati.

Fino al 3 marzo si susseguiranno, in vari luoghi della città del giglio, spettacoli, cinema, mostre, incontri, concerti, pièce teatrali e performance dove emergono le diversità delle culture afro-discendenti nel contesto italiano. Un mese di confronto con la cultura “Black” nella grande varietà delle discipline artistiche.

Il tema della manifestazione, dal titolo “Adagio”, vuole essere un incoraggiamento a soffermarsi per meglio apprezzare la profondità e la ricchezza culturale che troppo spesso viene trascurata.

Dal 2016 Black History Month Florence promuove la produzione culturale con circa 198 eventi nel mese di febbraio attraverso una rete formata e supportata dal Comune, fondazioni, istituzioni e associazioni culturali, musei e locali dedicati all’arte e alla musica e scuole. “Adagio mette anche in evidenza una chiamata critica per una riflessione consapevole sul lento cammino verso la giustizia e l’appartenenza sociale. – così è descritta la presentazione del programma – La singolarità della narrazione, molto spesso legata al contesto globale di Blackness, è complice di questa spinta verso l’agio, ed erode l’umanità che può essere apprezzata solo quando la gamma delle narrazioni e le differenze diventano il fulcro della celebrazione”.

Molte le adesioni all’iniziativa che ha come obiettivo, attraverso la cultura, di abbattere le divisioni, le gerarchie e le distinzioni. Dalle Gallerie degli Uffizi, che aderiranno con l’evento “An Artist’s Talk with Tesfaye Urgessa”; una conversazione-conferenza, in inglese, sabato 2 febbraio alle ore 15.00 presso la Sala del Fiorino di Palazzo Pitti, fino a U.S. Consulate of Florence, The Student Hotel, Flog, Villa Romana, le numerose università americane, British Institute e Fondazione Studio Marangoni, tanto per citare alcuni luoghi, ognuno dei quali ospiterà una manifestazione.

Black History Month Florence si articola in BHMF Film, BHMF Arte, BHMF Laboratori, BHMF Conferenze, BHMF Cucina, BHMF Tour, BHMF Bambini and BHMF Teatro/Danza con una visione a 360 gradi sulle culture africane e afro-discendenti con le loro sfumature, le diverse origini e la moltitudine di realtà.

Justin Randolph Thompson, presidente dell’Associazione culturale BHMF, Janine Gaelle Dieudji, vicepresidente, insieme a Matias Mesquita, Marzia Duarte, Chris Wyatt Scott e Andre Halyard sono gli organizzatori dell’iniziativa.

Alcuni eventi in programma:

Mercoledì 6 febbraio, in collaborazione con Villa Romana, SACI Studio Arts College lnternational presenta un’installazione site specific “Lefa L”e di Lerato Shadi che impegna questioni di alfabetizzazione visiva e de-colonializzazione di obiettivi interpretativi canonici. Il 9 febbraio la Sala Vanni ospita in concerto il chitarrista, compositore e bandleader Brandon Ross, mentre, sempre il 9 a The Student Hotel è possibile assistere a una performance tra HipHop e teatro, “Back in Black”, con the Dreamers Academy. Il 12 e 13 febbraio il cinema africano presenta la rassegna “Kibaka” a cura di Matias Mesquita, al cinema La Compagnia.  Per BHMF Arte il 14 febbraio al Centro Internazionale Giorgio La Pira inaugura la mostra fotografica “Siamo tutti migranti” di Paolo Galletta, con simboliche visioni di migranti italiani e non, che fuggono dalla propria terra. Il 17 presso Boomker Sound Studio, Yosief Teklay terrà un laboratorio sul Krar Eritreo. Il 19 presentazione del cortometraggio “Sunday” di Danilo Currò presso Lorenzo De Medici Institute. Il corto, interamente girato a Messina e selezionato per il “David di Donatello” racconta una storia di inclusione e speranza al motto “One people, one nation”. Il 20 alle Murate sarà la volta del progetto artistico “Stand up for Africa” con i fondatori Paolo Fabiani e Rossella Del Sere e video installazione di Leonardo Moretti e Alice Ferretti. Sempre alle Murate, il 2 marzo, i bambini potranno costruire strumenti musicali riciclando oggetti vari con Dudu Kaute. Un viaggio immaginario attraverso il continente africano alla scoperta del ruolo dei suoni nella vita quotidiana africana e il loro uso nella comunicazione.

Tutto il programma su www.blackhistorymonthflorence.com

Fot: Tesfaye Urgessa

Print Friendly, PDF & Email

Translate »