energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Biennio 2012-13: bene il Terzo Settore pratese Notizie dalla toscana

Prato – Nato nel 2010 per valorizzare la significativa presenza di organizzazioni del Terzo settore nel territorio pratese, il Forum del Terzo settore della Provincia ha pubblicato il report sul biennio di attività 2012-2013, ricco di iniziative e progetti nonostante i tagli drastici alle risorse disponibili. L’assessore alle Politiche sociali della Provincia Loredana Ferraralo ha presentato in occasione dell’ultima seduta del Consiglio provinciale. “L’obiettivo del Forum è un percorso di avvicinamento ai bisogni e alle urgenze dei cittadini per capire meglio su quali politiche e attività sia necessario impegnarsi, purtroppo negli ultimi tempi senza avere risorse concrete da investire direttamente – ha spiegato Ferrara- Siamo comunque riusciti a reperire finanziamenti regionali per i progetti più importanti. E’ un’esperienza di buone pratiche che mettiamo a disposizione dei Comuni”.

Le organizzazioni del Terzo settore arricchiscono il contesto locale e promuovono la cultura della solidarietà e del dialogo attraverso la progettazione, l’organizzazione e la gestione di attività e servizi utili alla cittadinanza. Il Forum, quale strumento di partecipazione, consente a tutti i soggetti non profit di scambiare informazioni, sviluppare progettualità condivise, esprimere pareri e presentare proposte. E’ utile inoltre alla costituzione di reti per favorire il coordinamento tra le attività. La partecipazione è aperta a tutte le associazioni di volontariato ed è gratuita. Quasi cento le associazioni che dal 2010 hanno partecipato al Forum (96 per l’esattezza)

In particolare nell’ultimo biennio il tavolo che lavora sui giovani, grazie alla cornice progettuale di alcune iniziative provinciali in partenariato Upi come #occUPI e al progetto Grow Young finanziato dalla Regione Toscana con la partecipazione dei Comuni di Prato, Montemurlo, Vaiano, Carmignano e Poggio a Caiano, ha avuto l’opportunità di ideare e realizzare azioni locali insieme allo sportello di Politiche giovanili e all’Info point GiovaniSì. Interessante anche l’esperienza del tavolo Disabilità, con il progetto “Disabile anche dopo i 18 anni?”, mentre fra le attività realizzate si possono citare le edizioni di 2012 e 2013 di “Alter Mundi”, gestite dall’associazione Il Pentolone con una serie di iniziative per valorizzare la multiculturalità con l’incontro di popoli e culture e il progetto “Crescere insieme” rivolto a soggetti deboli e svantaggiati e coordinato dall’associazione Cieli Aperti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »