energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La bioingegneria pisana vola in Tanzania STAMP - Università

Pisa – Per il secondo anno consecutivo i ricercatori di Bioingegneria del Centro Piaggio dell’Università Pisa e del FabLab Pisa organizzano in Africa un corso intensivo di Ingegneria biomedica incentrato sullo sviluppo di dispositivi elettromedicali che sfruttano tecnologie open source.

Il corso, della durata di una settimana, sponsorizzato in parte dall’UNECA, si svolgerà durante l’Innovators Summer School presso la Muhimibili University di Daresalaam in Tanzania, dall’8 al 12 dicembre, in piena stagione calda. La Summer School viene frequentata annualmente da studenti iscritti ai nuovi corsi di Ingegneria biomedica in 9 università africane provenienti da 6 paesi diversi (Tanzania, Etiopia, Uganda, Tanzania, Malawi e Zambia).

Da sempre l’idea di fondo del team di ricercatori, studenti e tecnici di Bioingegneria del Centro Piaggio e del Fablab Pisa è che l’open source design dei dispositivi biomedicali associato allo sviluppo delle capacità umane siano i due requisiti per migliorare l’healthcare in Africa. I bioingegneri dell’Ateneo pisano sono stati fondamentali per l’organizzazione del curriculum di studi dei colleghi africani e per il successo della Summer School.

La prossima Summer School porta avanti il percorso iniziato lo scorso anno a Nairobi, mostrando come si sviluppa un prodotto a partire dall’ideazione fino alla sua commercializzazione. La progettazione e la fabbricazione di uno sterilizzatore UV per l’acqua che ha vinto la Innovation Competition dello scorso anno verrà proposto come case study e costituirà la parte pratica del corso. Sotto la supervisione di esperti di business aziendale e di marketing, lo sterilizzatore attraverserà tutte le fasi di innovazione e commercializzazione. In parallelo gli studenti lavoreranno in gruppi per sviluppare le proprie strategie di business e di marketing per le proprie idee.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »