energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Boccaccesca, a Certaldo i piaceri del gusto Turismo

Presentata stamani a Firenze, nella Sala IV Stagioni di Palazzo Medici Riccardi, l’edizione 2012 di Boccaccesca, la rassegna di prodotti e piaceri del gusto in programma a Certaldo Alto (FI) il 6-7 e 13-14 ottobre.
Un programma pieno di iniziative per i visitatori che ogni anno affollano gli stand attratti dall’agroalimentare e dalle produzioni tipiche.  Boccaccesca, giunta alla XIV edizione, contribuisce a fare crescere questo interesse, che muove un’economia considerata uno degli elementi trainanti delle regioni italiane, e che ha saputo distinguersi per qualità e unicità.
Da sempre il cibo e il vino sono elementi che identificano una cultura. I luoghi poi sono espressione di una comunità che nel nostro caso diventa manifestazione di sapienti artigianalità e arti che rappresentano un patrimonio di conoscenze da tutelare e promuovere.

L’edizione 2012 si presenta più dinamica, con un nuovo allestimento e un maggior coinvolgimento del borgo medievale di Certaldo Alto dove saranno presenti stand enogastronomici, artigiani e spettacoli culinari nei week end del 6-7 e 13-14 ottobre con orario dalle 11 alle 20. Il primo sabato sarà dedicato ai bambini che giocheranno con cuochi e pasticceri, potranno vivere esperienze uniche seguiti da chef che insegneranno loro le prime nozioni di cucina.
Il secondo sabato invece sarà rivolto ai giovani che vivranno una Boccaccesca “alla moda” con barman che presenteranno aperitivi da degustare a ritmo di musica.

Questa edizione vedrà inoltre l’11° Concorso Chichibio, dedicato alle scuole alberghiere della Toscana e la presenza del Consorzio della Vernaccia di San Gimignano. Come appuntamento biennale torna invece il 3° Concorso dei Vini della Valdelsa. Grazie alla lettura di questo premio, Boccaccesca diventa il contesto appropriato di un concorso che intende promuovere il territorio della Val d’Elsa, valorizzando la produzione enologica e premiando quelle aziende impegnate nella produzione di vini di qualità. Vini che parlano di passione, di cultura e che raccontano l’identità di un territorio. Per un pubblico di appassionati, sommelier, addetti del settore l’appuntamento è per sabato 13 e domenica 14 per un’esperienza dettata al confronto e all’incontro. Nella Chiesa dei SS Tommaso e Prospero il sommelier Giacomo Lippi presenterà i vini in concorso che potranno essere degustati. La premiazione si svolgerà domenica 14 ottobre.

Chiude in bellezza la manifestazione il “Premio Boccaccesca” che quest’anno viene assegnato a Ciro Vestita, dietologo e fitoterapeuta, il medico che ha messo la sua professionalità a disposizione del grande pubblico insegnando come il cibo può diventare una immensa risorsa per la salute.

"Questa rassegna – sottolinea Laura Cantini, vicepresidente della Provincia di Firenze – ci avvicina alle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio attraverso l’esperienza diretta e a momenti di socialità e condivisione per grandi e piccini che è propria del piacere del cibo. Per questo ritengo che patrocinare queste iniziative dando loro maggior visibilità influenzi positivamente lo sviluppo economico e turistico del territorio e offra a tutti la possibilità di esplorare il piacere del gusto."

Per Giacomo Cucini, assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Certaldo, “Boccaccesca è una manifestazione di qualità che sa presentare in veste sempre nuova le eccellenze agroalimentari e non solo del territorio. Quest’anno, ancora più bella ed estesa, riuscirà a valorizzare tutto il borgo storico con stand ed iniziative itineranti”.

“Si intensifica e si rafforza la struttura di Boccaccesca –  afferma Tiziano Cini, direttore dell’Agenzia per lo Sviluppo dell’Empolese Valdelsa – una manifestazione che ASEV gestisce da tre anni e che rappresenta non solo una promozione delle tipicità territoriali per la filiera agroalimentare ma che sta cercando di sviluppare un nuovo concetto di territorialità”.

“Ogni anno – sottolinea – Claudia Calmieri, presidente del Consorzio Certaldo 2000 e direttore artistico della manifestazione – Boccaccesca cresce e si arricchisce, rafforzando la consapevolezza che la manifestazione ha intrapreso la giusta strada ponendosi come obiettivo quello di trasmettere un messaggio culturale, creare un interesse capace di rinnovarsi grazie agli eventi pensati e studiati per accogliere i visitatori”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »