energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bollino nero per chi va, rosso per chi resta Cronaca

Non sarò un finesettimana facile questo primodi agosto. Per chi va in vacanza è previsto traffico molto intenso sui 2.854 km della rete Autostrade per l’Italia per le partenze per le vacanze. per chi resta sono annunciate, almeno nelle città, temperature da incubo. Sarà questo  il fine settimana interessato dai maggiori spostamenti dell’intero periodo estivo, con “bollino nero” nella giornata di sabato 3 agosto. La maggioranza degli italiani abbandonerà le città in direzione delle località di villeggiatura e meta preferita sarà anche quest’estate il mare. Le maggiori concentrazioni si attendono sabato mattina. 

· Sabato: “Bollino Nero” dalle ore 06:00 alle 14:00 – “Bollino Rosso” dalle ore 14:00 alle 22:00
· Domenica “Bollino Rosso” dalle ore 06:00 alle 14:00

Gli spostamenti saranno favoriti dalla rimozione dei cantieri di lavoro (nei cantieri che non potranno essere rimossi lungo gli itinerari di esodo sarà comunque garantito il numero di corsie preesistenti) e dal blocco di circolazione dei mezzi pesanti nelle giornate di:

§ sabato 3 agosto (dalle ore 00:00 alle 23:00)
§ domenica 4 agosto (dalle ore 07:00 alle 24:00)

I flussi di traffico saranno più intensi lungo la direttrice da nord a sud e le autostrade più interessate saranno l’A14 Adriatica, dove tra Bologna a Senigallia per la prima estate si viaggerà su 3 corsie in entrambe le direzioni e l’A1 da Milano a Napoli. Traffico intenso previsto anche sull’A4 in direzione Venezia, sui tratti autostradali liguri verso le riviere di Ponente e Levante, sull’A3 Napoli-Salerno e sull’A30 Caserta –Salerno in direzione Calabria.
Circolazione in aumento, infine, anche ai valichi di frontiera con Slovenia, Francia, Svizzera ed Austria, sia in uscita dall’Italia che in entrata per l’arrivo dei turisti stranieri.
In concomitanza con gli orari dei traghetti diretti in Sardegna, Corsica e Paesi Balcanici, è previsto un aumento dei flussi alle barriere di Genova Ovest (A7), alle uscite di Civitavecchia (A12) e a Bari nord (A14). E’ consigliabile, pertanto, informarsi sulle condizioni di traffico e partire, comunque, con qualche anticipo.
Sul sito http://www.autostrade.it/ grazie alla mappa interattiva e alle webcam si potrà facilmente programmare il viaggio per ogni singola tratta della rete, in base a giorno ed orario di partenza, evitando così le ore più “critiche”. Tutte queste informazioni saranno poi a disposizione anche in tutti gli Hi Point delle Aree di Servizio.
Continui aggiornamenti sulle condizioni di viabilità e tempi di percorrenza verranno trasmessi dai notiziari radiofonici RTL 102.5, Isoradio 103.3 FM e Onda Verde RAI. News in tempo reale anche sui 1.300 pannelli a messaggio variabile dislocati sulla rete ed in ingresso alle stazioni, chiamando il Call Center Viabilità Autostrade 840-04.21.21 e il numero verde del CCISS 1518 e infine anche sul proprio smartphone (Apple, Android, Windows Mobile), grazie all’app Infoblu Traffic.
In questi giorni di grandi partenze è stato potenziato anche il servizio di assistenza lungo la rete. Il monitoraggio del traffico verrà effettuato dalle 9 Direzioni di Tronco di Autostrade per l’Italia e dai 35 Centri esercizio che operano in stretto coordinamento con le forze della Polizia Stradale, con l’ausilio di oltre 2.000 telecamere.

Anche chi resta in città avrà da penare. Le previsioni regionali parlano per domani sabato di punte di 37-38 gradi sulle zone interne. Caldo più umido sulle zone costiere centro-settentrionali e pre domenica Punte fino a 36-38 gradi nell'interno. Aumento dell'umidità sulle zone centro-settentrionali. A Firenze si teme il peggio e domani, come si legge sul sito del Comune,  scatterà lo stato di emergenza (previsto dopo tre giorni di temperature elevate consecutive). Il termometro si dovrebbe attestare sui 38 gradi. E sia oggi che domani si registra anche disagio dal caldo notturno. Le alte temperature dovrebbe continuare almeno fino a domenica, poi secondo le previsioni del Lamma, il termometro scenderà tornando nelle medie del periodo. La Protezione civile e servizi sociali sono in allerta.

Foto: tg24.sky.it
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »