energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bonifica area ex Sirac, si amplia l’azienda farmaceutica Molteni Breaking news, Cronaca

Scandicci – E’ partito stamattina il cantiere del nuovo edificio direzionale dell’azienda farmaceutica Molteni, nell’area della ex Sirac. Si tratta di un passaggio molto importante che segna uno dei rari esempi a livello italiano di recupero ambientale con restituzione di territorio all’attività di impresa e al il riuso delle aree secondo la pianificazione comunale, realizzato con l ’incontro tra capitale pubblico e privato. Al taglio del nastro sono intervenuti il presidente della Regione Eugenio Giani, l’assessore all’ambiente Monia Monni, il sindaco di Scandicci Sandro Fallani ed il presidente di Molteni Giuseppe Seghi Recli.

“Questo è un centro di eccellenza di cui sentiamo particolarmente orgogliosi; come Regione cerchiamo di stare di stare vicino a chi si adopera per lo sviluppo e per una sempre maggiore innovazione nei prodotti della farmaceutica, che sta diventando un aspetto caratterizzante del nostro sistema produttivo e che in Toscana è veramente di eccellenza” ha dichiarato Eugenio Giani.

Il progetto di ampliamento sorgerà su una parte dell’area ex Sirac e rientra nell’accordo siglato nel 2014 – nel 2020 quello integrativo – tra Regione, Comune di Scandicci e azienda Molteni, che attualmente occupa l’area a suo tempo inquinata dalla Sirac Srl negli anni ‘70.

Inevitabile il riferimento al particolare momento della pandemia in corso. “La vicenda covid insegna che l’evoluzione tecnologica di una civiltà sul piano dei farmaci rappresenta un elemento prioritario nelle prospettive future – ha aggiunto il presidente – . In questo caso però consentitemi anche una nota di campanile: confesso che il fatto di trovare come interlocutori persone legate al territorio e che operano in un ambito, quello farmaceutico, sempre più aperto alla dimensione d’impresa multinazionale, mi dà ancora più fiducia e mi spinge ad esservi vicino con un supplemento di entusiasmo per il lavoro che state facendo”.

Grazie alla bonifica aziende e privati potranno superare un vincolo che gravava su queste aree da oltre 25 anni e che ha impedito il consolidamento e lo sviluppo delle imprese interessate. Il presidente di Molteni, Giuseppe Seghi Recli ha osservato che “In un momento così delicato per il nostro Paese e per il nostro territorio, la partenza di questo progetto, così fortemente perseguito, rappresenta un segnale di fiducia per il futuro della nostra impresa, nonché un segno tangibile dell’efficacia di un confronto virtuoso e diligente fra le istituzioni e il privato imprenditoriale. Se è vero che la pandemia ci lascerà nuovi standard di smart working da cui non torneremo indietro, è anche vero che ha evidenziato la necessità di consolidare i propri hub di competenze e di identità delle nostre aziende, rimettendo così in moto, ognuno per la propria parte, la fiducia nelle proprie dinamiche di crescita in un settore della Salute che sarà sempre più cruciale per la sicurezza del nostro Paese”.

La costruzione occuperà una superficie di circa 2.800 mq complessivi. Parte del progetto è la riqualificazione architettonica ed energetica degli asset esistenti, la rivisitazione della viabilità e delle aree verdi, con una nuova separazione tra il traffico veicolare leggero e quello pesante. Soddisfazione dal sindaco di Scandicci, Sandro Fallani: “Oggi iniziano i lavori per la palazzina direzionale della Molteni, un’eccellenza della farmacologia nazionale con sede qui a Scandicci. Ormai i lavoratori sono oltre 330, è un’azienda di grande qualità, che ha fatto un gran lavoro di risanamento ambientale e che costituisce una punta per tutto il segmento farmacologico che ha qui in Toscana e a Firenze un polo principale. Siamo molto felici di dare queste notizie alla Regione intera, in questo momento particolare della pandemia mondiale”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »