energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Bonus Track” si tinge di rosa. Le I Scream vincono la prima edizione del concorso musicale televisivo Arezzo, Bologna, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa, Modena, My Stamp, Pisa, Pistoia, Prato, Siena

AREZZO – Le I Scream si aggiudicano Bonus Track 2016, il concorso musicale televisivo di quattordici puntate registrato al Karemaski Multi Art Lab di Arezzo e andato in onda su Teletruria. Al secondo posto i Ghost Space, al terzo i Remida.

La band nasce a Siena nel 2010 e nel giro di due anni trova il suo assetto ufficiale e definisce il proprio sound, fatto di rock/pop italiano che guarda con attenzione alla scena alternative. Nel settembre 2014 esce il videoclip del singolo “Voglio dei nemici”, mentre il primo disco “I Scream to Cows” arriva nel febbraio 2015, completamente autoprodotto grazie alla formula del crowdfunding. L’attuale line-up del gruppo comprende Angela De Nardis alla voce, Valeria Mazzola alle chitarre, Ilaria Ciofini al basso, Francesca Gorgoglione al violino elettrico e – unica presenza maschile – Senio Firmati alla batteria.

I Scream - foto Pamela NocentiniNon è stato semplice per la giuria formata da Ronny AgliettiLaura FalcinelliFranco Li Causi e Fabrizio Simoncioni stilare la graduatoria: la qualità delle tre band giunte all’appuntamento conclusivo era infatti altissima. Alla fine è stata fondamentale la performance delle senesi durante l’esecuzione di “America” di Gianna Nannini, che ha mandato in visibilio pubblico e addetti ai lavori.    

Le I Scream avranno dunque la possibilità di entrare in studio con il produttore Fabrizio Simoncioni nel nuovissimo D:POT Recording Art di Prato, ma le vedremo anche calcare il palco del Mengo Music Fest di Arezzo a luglio. Ai senesi Ghost Space l’opportunità di registrare un videoclip prodotto dalla Lighting Photographic Solutions e suonare nella prossima stagione del Karemaski Multi Art Lab. Ai modenesi Remida, infine, un buono da spendere in strumentazione musicale.

Si chiude così il primo capitolo di Bonus Track. Un successo oltre le più rosee aspettative per la trasmissione condotta da Luigi Alberto Dini e scritta assieme a Marco Botti, Carlo Paci e Marco Rondoni, per la regia di Francesco Paterni.

immagine premiazione  - by Pamela NocentiniOttantadue band da tutta Italia iscritte alle preselezioni, due rubriche originali come #Diconodinoi e Cantariciclo, uno staff di ventiquattro professionisti coinvolti, cinque sponsor tecnici. Questi sono alcuni dei numeri di Bonus Track 2016, un programma nato con l’obiettivo di scoprire e valorizzare il meglio della musica emergente italiana del momento, che puntata dopo puntata ha conquistato tante persone per la freschezza e la qualità del suo format.

Mentre si pensa a un secondo capitolo, lo “slogan tormentone” coniato da Luigi Alberto Dini guarda con orgoglio all’edizione appena conclusa ma già proietta luci sul futuro della trasmissione: «è andato tutto bene, l’abbiamo fatto con il cuore… resta collegato!».

www.bonustrack.it

(foto Pamela Nocentini)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »