energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Botti di Capodanno, parte da Siena maxi sequestro su territorio nazionale Cronaca

Siena – E’ partita dall’attività di controllo della Guardia di Finanza di Siena l’operazione di sequestro che  bloccato oltre 1.300.000 pezzi di materiale pirotecnico, privi dei requisiti di sicurezza necessari per poter essere venduti, distribuiti sull’intero territorio nazionale.

L’intensificazione dei controlli da parte delle Fiamme Gialle del Comando provinciale senese a salvaguardia della sicurezza e incolumità della salute pubblica ad aver innescato  questo risultato, frutto anche della particolare attenzione che, nell’imminenza delle festività di fine anno, viene usata per quanto riguarda i tradizionali “botti”.

L’attività delle Fiamme Gialle senesi si è dispiegata nei giorni scorsi, quando, nel corso di un’ispezione 
presso un esercente nel centro storico cittadino, hanno rinvenuto e sequestrato  1800 petardi di provenienza cinese, privi delle necessarie autorizzazioni di conformità agli standard minimi di sicurezza e, quindi, in grado di provocare danni agli incauti utilizzatori, i quali, pur rispettando le indicazioni riportate sull’etichetta, a causa dei “ritardi pirici” utilizzati dal produttore, non avrebbero avuto la certezza dell’utilizzo in sicurezza del gioco pirico, con possibili gravi conseguenze al momento dell’accensione del petardo. 

fiamme gialle botti capodannoDopo aver dato notizia del ritrovamento alla Procura della Repubblica di Siena, i finanzieri della Compagnia senese hanno eseguito un controllo mirato, disposto dall’Autorità Giudiziaria, presso l’importatore del gioco pirico, sequestrando oltre 630.000 pezzi destinati alla libera vendita al minuto. 

A questo punto, al fine di bloccare la commercializzazione a carattere nazionale del materiale esplodente, l’Autorità giudiziaria ha disposto il sequestro dell’articolo in questione già distribuito presso negozi ed esercizi commerciali dislocati sull’intero territorio nazionale, consentendo, in tal modo, di togliere dal mercato un totale di oltre 1.300.000 articoli pericolosi per la sicurezza che avrebbero fruttato, una volta venduti, un guadagno di circa 80.000 euro. Il titolare del negozio senese e l’importatore sono stati denunciati per importazione e detenzione ai fini della vendita di prodotti pirotecnici non autorizzati. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »