energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Boxe, campioni a Scandicci. Turchi: “Con Lovaglio dura battaglia” Breaking news, Sport

Scandicci – Per Fabio Turchi è arrivato il grande giorno. Fiorentino doc, 23enne, tifoso viola, figlio d’arte, il padre Leonardo è stato campione italiano medio massimi professionisti, e la sua compagna è Paola Cappucci, ex campionessa di sport da combattimento.

Questo talentuoso pugile, fiore all’occhiello della boxe fiorentina e sul quale scommette il pugilato italiano, domani sera venerdì 23 dicembre a Scandicci tenterà di conquistare il titolo italiano dei massimi leggeri, titolo vacante, affrontando il 34enne torinese Maurizio Lovaglio. Il match è fissato sulla distanza delle 10 riprese. Giovinezza ed irruenza contro esperienza e saggezza. “Turchi è un ottimo pugile emergente – ha detto Lovaglio – e credo che verrà fuori un bel match. Penso di poter sfruttare la mia esperienza ed alla fine di avere la meglio visto che so bene come distribuire le forze negli incontri sulla distanza dei 10 e 12 rounds”.

Per Turchi, invece, la distanza è una novità assoluta. Sugli otto matches disputati e vinti tutti, di cui 6 prima del limite, soltanto due volte ha combattuto al limite degli otto rounds.   Dunque la sua tenuta su questa nuova distanza è un’incognita. E non è un vantaggio doverla scoprire proprio in un match con il titolo italiano in palio. Ma il campioncino di Firenze rassicura tutti : “Mi sono preparato molto bene. Non so nemmeno io quante riprese ho sostenuto nelle lunghe settimane di allenamento. Insomma sotto questo profilo non ci sono problemi”.

“Lovaglio?. E’ uno che picchia duro. Non a caso delle 20 vittorie ne ha ottenuto ben 12 prima del limite. Il suo colpo migliore il jab sinistro. Ma con mio padre, che domani sera a Scandicci mi seguirà dall’angolo, ed i preparatori atletici Donato Quinto e Lorenzo Tafani, abbiamo studiato bene in palestra come fronteggiare questo rischio”.  “Come immagino il match? Un inizio prudente. Poi sarà una dura battaglia. Dieci riprese sono tante. Quindi servono calma ed attenzione. Combattere davanti ai miei tifosi, un po’ mi emoziona. Ma una volta sul ring sarò concentratissimo sul match. Se l’incontro finirà prima del limite?. Può anche succedere. Comunque importate sarà vincere”.  Arbitro : Giovanni Poggi. Supervisore : Massimo Barravecchio. Giudici : Roberto Di Mario; Gaetano Virgillato e Marco Moscardelli. Diretta TV su Rai sport, ore 22,30.

Domani sera a Scandicci di scena anche un altro campioncino, Mohammed Obbadi, nativo del Marocco, ma ormai italiano a tutti gli effetti allievo dell’Accademia Pugilistica Fiorentina, che, recentemente, ha conquistato il titolo dell’Unione Europea dei pesi mosca, con 11 vittorie su altrettanti matches. A Scandicci affronta, sei riprese, senza titolo in palio, il georgiano Mischiko Shubitidze – 16 successi; 5 sconfitte; 3 pareggi – avversario esperto e valido sul piano tecnico.

Combatterà pure il “guerriero” 37 enne fiorentino Angelo Ardito (9 successi; 6 sconfitte, 2 pari) recentemente vittima di un verdetto ingiusto nel match valido per il titolo italiano. Il battagliero fiorentino sarà opposto al napoletano Dionisie Tiganas che si presenta con 6 vittorie, 2 sconfitte, 1 pari. Il match è sulle 6 riprese.

Protagonista del quarto incontro l’imbattuto pugile senese, pesi medi, Davide Traversi – 7 vittorie e 1 pari – che se la vedrà con Riccardo Mellone di Eboli il cui record è di 3 successi, 7 sconfitte 1 pari. Sei le riprese.  Il quinto match vedrà protagonista il 23enne Dario Morello, imbattuto dopo 7 incontri, che incrocerà i guantoni il georgiano Nodar Robakidze (18 vittorie; 19 sconfitte; 3 pari). Sono 6 le riprese.

 

Foto: Fabio Turchi

——————–

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »