energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Boxe: Fiordigiglio difende il titolo Ue superwelter Sport

Firenze –  Nel pugilato toscano in primo piano ancora due popolari campioni. Il fiorentino Leonard Bundu (anche se ora vive a Cisterna laziale), che sta trascorrendo gli ultimi giorni di vacanza in America, e l’aretino Orlando Fiordigiglio che sabato prossimo salirà sul quadrato nella sua Arezzo.  Bundu è negli Stati Uniti dall’inizio di dicembre (il 13 a Las Vegas è stato battuto ai punti da Thurman per il titolo mondiale ad interim dei welter) con la moglie Giuliana ed i due bambini Andrè e Frida. Domani giorno della Befana parteciperà a Las Vegas ad una popolare gara di podismo. Domenica rientrerà in Italia ed a maggio quasi sicuramente tornerà negli States per combattere ancora.

Il 30enne Fiordigiglio, invece, sabato difenderà il titolo dell’Unione Europea dei superwelter contro lo spagnolo 29enne Josè Del Rio, un guardia destra, ex campione iberico della categoria welter.   E’ la terza difesa. Forse è la più impegnativa per il pugile aretino. Ma dovrebbe essere in grado di respingere di slancio anche questo attacco al suo titolo. Fiordigiglio ha disputato e vinto 19 incontri. E’ un atleta completo. Forte sul piano fisico ed atletico e dotato di un bagaglio tecnico di tutto rispetto. Non a caso, dunque, è ancora imbattuto.

Insomma lo spagnolo Josè Del Rio, che si presenta con 18 vittorie e 5 sconfitte, dovrà prepararsi a fronteggiare un avversario che, davanti ai propri tifosi, si scatenerà ed andrà all’attacco senza concedere respiro allo spagnolo. Fiordigiglio è un campione. Lo ha sentenziato più volte anche Bundu che, durante la preparazione al match mondiale con Thurman, lo ha incontrato più volte in allenamento nella palestra aretina.

 Il suo incontro con Josè Del Rio di sabato 10 gennaio (Palasport Mario D’Agata, Le Caselle di Arezzo, inizio ore 20,30) sarà trasmesso su Italia 1 la stessa sera alle ore 23,45. Ed è al centro di una bella riunione promossa dal manager Mario Loreni. Una riunione che comprende altri tre incontri professionisti più, in apertura, due o tre matches dilettanti.

Ricco di interesse anche il match tra il triestino Fabrizio Leone (6 vittorie e 5 sconfitte) ed il marchigiano Roberto Bassi (6 successi e 1 sconfitta). In palio il vacante titolo italiano dei supermedi. Un match che promette molte emozioni.

Un altro combattimento professionisti vedrà a confronto i pesi leggeri Michele Focosi di Ancona (18 vittorie, 3 sconfitte, 2 pari) ed il croato Ivan Duvancic, pugile mancino con un record così modesto (3 successi, 17 sconfitte, 1 pari) da ipotizzare una facile affermazione del marchigiano.

Chiude la serie dei matches professionisti quello tra i pesi piuma Bruno Checcaglini (1 successo; 0 sconfitte) ed il croato Antonio Horvatich (6 vittorie e 12 sconfitte). Checcaglini è un ragazzo di Castiglion Fiorentino, pugile di casa al suo secondo match da professionista, quindi inesperto e forse sabato anche molto emozionato dovendo combattere davanti ai propri concittadini presenti in forze in sala.

Contro il ragazzo di Castiglion Fiorentino, praticamente al suo debutto – ha già disputato e vinto solo un match – un pugile in possesso di una buona esperienza visto che Horvatich ha già disputato 18 incontri. Speriamo che questa sua praticaccia del ring non finisca per imbrigliare questa promessa della nostra boxe.

——————————–

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »