energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Boxe: il successo della Pugilistica Massese ai Campionati italiani Sport

Firenze – Un titolo italiano con Claudio Grande, una medaglia d’argento con Francesco Barotti, ed una di bronzo con Davide Tassi. Questi i risultati della boxe toscana ai campionati italiani disputati a Gallipoli (Lecce) ed ai quali la nostra regione era presente con nove pugili. Una nota singolare : i tre atleti sono tutti della Pugilistica Massese. Non è un caso perché anche in passato questa società è stata sempre ai vertice della boxe giovanile.

“Lavoriamo da anni sui giovani – dice Giancarlo Talamone insegnante della società – e siamo quasi sempre riusciti a mettere in evidenza qualche nostro ragazzo”.

 – Claudio Grande si è laureato campione nella categoria dei kg. 52.
Ha vinto bene tutti gli incontri. In finale ha battuto Chebakia, un marocchino naturalizzato italiano. Grande è un ragazzo che ha tutti i numeri per arrivare nella grande boxe”.

Quali sono le sue caratteristiche?
“E’ abile nel capire subito il giusto atteggiamento da tenere in relazione alle qualità dell’avversario. E’ molto veloce, mobile sulle gambe, preciso nel portare i colpi. Vorrei dire che è un pugile completo. Comunque non è stata una sorpresa agli assoluti”.

Era tra i più attesi?
  “Certo. Ha sempre vinto in tutte le categorie a cominciare da quella youth. Quest’anno ha già disputato tre incontri, vincendoli tutti, come azzurro categoria èlite. Il suo record?. 65 matches di cui 52 vinti, 1 pareggiato e 12 persi. E’ un 19enne serio, nativo di Empoli, che da tempo abita e lavora a Massa”.

Molto bene anche come società.
   “Esatto. Tre medaglie non sono poche. Barotti, massese doc, ha sempre primeggiato sia nei campionati regionali che in quelli italiani. Ai campionati categoria kg. 48, contro Conselmo aveva perso la prima ripresa, ma vinto le altre due. Quindi il tricolore doveva essere suo. Pazienza. Gli rimane l’ennesimo titolo toscano”.

-Pure la medaglia di bronzo è targata Pugilistica Massese.
   “Giusto. E’ stata vinta da Davide Tassi, altro ragazzo massese. Un pugile dotato di una eccellente tecnica. E’ stato eliminato alle semifinali. Ma meritava pure lui di andare ancora avanti. Comunque siamo soddisfatti. Nessuna società italiana è uscita da questi campionati assoluti con un bilancio simile. E’ stato un premio al nostro lavoro sui giovani”.

Interviene anche il presidente del Comitato Toscano Giuseppe Ghirlnda :  “Sono contento per la Pugilistica Massese, per Giancarlo Talamone, un insegnante di valore, un vero creatore di campioni e per i tre razazzi. Ero presente ai campionati a Gallipoli e dico che sia Barotti che Tassi avrebbero meritato molto di più di quanto hanno ottenuto”.

“In questo momento – conclude Ghirlanda – noi diciamo grazie ai tre pugili, al bravissimo Talamone ed alla Pugilistica Massese per il prezioso lavoro svolto da anni a livello giovanile. Più avanti ripeteremo il nostro grazie accompagnato da giusti premi”.

–   La Toscana poteva fare di più ai campionati?
“Sono contento così. La boxe della nostra regione è ancora troppo a livello artigianale. Dobbiamo acquisire più professionalità. Migliorare sui programmi di preparazione. Ma siamo sulla strada giusta. Intanto ora siamo tutti concentrati sui due pugili professionisti toscani, Leonard Bundu e Lenny Bottai, severamente impegnati sabato prossimo a Las Vegas”.

————————-

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »