energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Boxe: tricolore a Della Rosa, ma lo avrebbe meritato Di Fiore Sport

Firenze – Il romano Emanuele Della Rosa è il nuovo campione italiano dei superwelter, titolo che era vacante. Lo ha conquistato ieri sera a Fiumicino ai punti contro il pratese Francesco Di Fiore. Il pugile della capitale è il nuovo detentore del “tricolore” perché un incredibile verdetto della giuria. Non per quello che aveva offerto sul ring contro Di Fiore. Anzi analizzando round per round quelli dominati dal pugile romano sono al massimo tre.

La prima parte del match – era sulla distanza delle dieci riprese – è stata tutta guidata da Di Fiore. Lui che attaccava, lui, più rapido e più preciso, che metteva a segno i colpi. Della Rosa recuperava attaccando in modo scomposto, ma abbastanza efficace in due o tre riprese nella seconda parte del match. Nell’ultimo round era di nuovo Di Fiore riprendere le redini del combattimento costringendo Della Rosa sulla difensiva e portato a sfuggire agli scontri diretti.

Davanti ad un match così non si capiscono i quattro punti a favore di Della Rosa del giudice Francesco Cardullo, né i quattro a favore di Di Fiore del giudice Massimo Gironaldo. Discutibili, ma più realistici i due punti per il pugile romano del terzo giudice Antonello Paolucci.

Secondo il nostro cartellino (e quello del cronista della RaiTV che trasmetteva il match in diretta) il titolo avrebbe dovuto andare a Di Fiore che, sia pure di di misura, aveva prevalso. Forse il pugile pratese non era nella sua serata migliore, forse alla precisione e rapidità del colpi non univa una elevata potenza, ma non c’è dubbio che ieri sera aveva vinto lui.

—————————-

CONTRO L’ABRUZZESE ALFIERI

SARTI VINCITORE AI PUNTI

Pieno successo, anche di pubblico, della riunione dilettanti svoltasi ieri sera venerdi a Dicomano promossa dalla Boxe Mugello in collaborazione con la Boxe Valdisieve.

Al centro del programma il match pesi welter Leonardo Sarti della Boxe Mugello, già azzurro, e l’abruzzese Mario Alfieri, campione italiano nel 2012 della categoria youth. Tre rounds tirati, il primo equilibrato, gli altri due decisamente a favore del mugellano che si è confermato pugile di notevoli risorse. Sarti punta al “Guanto d’oro” in programma a Rossano Calabro alla fine di giugno.

Il mosca Herman (Boxe Mugello) ha prevalso su Guagnano (Abruzzo) squalificato alla seconda ripresa dopo tre richiami dell’arbitro. Successo pure del leggero Martino (Boxe Mugello) su Mike Capicci (Abruzzo) per ferita alla seconda ripresa.

Molto positiva la prova del superleggero Buonamici (Boxe Mugello) al suo esordio. Ha vinto contro il pur tenace D’Angelo (Boxe Nicchi Arezzo). Invece il superleggero abruzzese Valerio ha avuto la meglio di stretta misura su Cerra (Boxe Mugello).

Il medio Camata (Boxe Mugello) si è aggiudicato le tre riprese contro il marchigiano Hoamza; il debuttante mediomassimo Pipaj (Boxe Mugello) ha battuto a conclusione di un bel match Fusco Bellone (Boxe Fusco Pontedera); e lo youth Birmanti ha piegato Emilio Capucci (Abruzzo) ai punti.

———————————

FIORDIGIGLIO GIA’IN PALESTRA

A PREPARARE IL MATCH EUROPEO

Ad Arezzo Orlando Fiordigilio è già tornato in palestra per mantenere una certa condizione atletica in vista del match per l’europeo dei superwelter in programma il 23 maggio a Brescia.

Il campione aretino (21 incontri, 21 vittorie) fresco reduce dal netto successo conseguito a Siena contro l’ungherese Achilles Szabo, ha lasciato intanto il titolo dell’Unione Europea.

Suo avversario sarà il 29enne francese Cedric Vitu (47 vittorie di cui 16 per k.o. e 2 sconfitte), un ruolino di marcia che conferma il notevole valore del pugile francese.

—————

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »