energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bretella fantasma, altri nove indagati Cronaca

Invito a comparire per altri nove indagati, inviato dal Pm fiorentino Luca Del Turco nell'ambio dell'inchiesta che riguarda il raccordo autostradale mai realizzato Prato-Lastra a Signa. L'ipotesi di reato con cui il Pm ha notificato l'invito a comparire ai 9, è malversazione ai danni dello Stato.

La vicenda vide un maxi-finanziamento di 26,9 milioni di euro da parte della Regione  (nel 2006) alle società coinvolte nel progetto di realizzazione del raccordo autostradale Prato-.Lastra a Signa. Il porgetto restò fantasma, e il controbuto non venne restituito. Le indagini in corso riguardano l'impiego dei 28,9 milioni di euro del contributo regionale. I nuovi indagati sono imprenditori e dirigenti delle società coinvolte nel progetto, in aggiunta all'ex assessore regionale alle infrastrutture Riccardo Conti (Pd), indagato nella stessa inchiesta per corruzione. Secondo gli sviluppi dell'inchiesta, il denaro che la Regione assegnò ai privati per avviare la costruzione della bretella è finito nelle casse di società private e non è stato usato, diversamente dagli accordi con la Regione, per realizzare l'infrastruttura.
Invece, alcune imprese riunite nella Società Infrastrutture Toscane (Sit) che avrebbe dovuto costruire la struttura in base a un piano di project financing, avrebbero intascato il contributo per pagare debiti e fornitori ma anche per estinguere finanziamenti bancari. La Regione Toscana, nel 2011, decise di recedere dal contratto; il contributo non venne restituito.

Foto: www.lettera43.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »