energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

BTO: non più “per caso”, oggi il turista si prepara nel metaverso Economia, Internet, Turismo

Firenze – Benvenuti nel meta-turismo o, meglio, nel “turismo nel metaverso”. L’ultimo grido tecnologico della trasformazione digitale è assai utile per l’aspirante viaggiatore. Immaginatevi di poter circolare in modo virtuale nell’albergo che avete individuato, entrare nella camera che volete prenotare e poi farlo direttamente alla reception virtuale.

“Entro il 2026 molte città avranno una versione propria nel Metaverso. Virtualmente è possibile scoprire sia i posti che non abbiamo ancora visto, ma anche quelli che abbiamo già visitato e rivivere l’esperienza. Nel futuro c’è l’obiettivo di creare un metaverso in cui si possano utilizzare anche i propri sensi, in cui le cose con cui interagiamo si possano assaggiare, se ne possa sentire il sapore, per esempio nel caso della Coca Cola”.

A trasportarci nel futuro del meta-tourism a BTO – Be Travel Onlife, in corso alla Stazione Leopolda di Firenze fino a mercoledì 30 novembre, è Emma Chiu, Global Director Wunderman Thompson Intelligence.  Nella grande Ring Hall #4 una magnifica presentazione dell’offerta turistica della Valle della Loira, in quella Emilio Salgari Hall #3 la presentazione di iniziative e progetti della Toscana con i responsabili di Toscana Promozione e Fondazione Sistema Toscana. E le altre sale con panel di discussione sulle soluzioni digitali più avanzate per il settore.

Ad aprire la manifestazione il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, l’assessore regionale al turismo Leonardo Marras, il Presidente della Camera di Commercio di Firenze Leonardo Bassilichi. Tra gli ospiti – in collegamento – anche la Ministra del Turismo, Daniela Santanchè.

Giani ha sottolineato la grande ripresa del turismo dopo la pandemia: “Ci sono stati flussi fortissimi – ha aggiunto – sia nelle aree balneari che nelle città d’arte,  anche nei piccoli centri, nelle aree interne, dove grazie ai nostri agriturismi abbiamo visto il successo di quella che definiamo ‘Toscana diffusa’. Questo successo è stato possibile anche grazie alle infrastrutture digitali, che oggi diventano determinanti per l’incontro tra domanda e offerta turistica.

La BTO serve proprio per valorizzare le potenzialità turistiche degli strumenti digitali, mostrare come anche il più sperduto ma meraviglioso centro o la piccola struttura recettiva possano fare rete e intercettare una domanda sempre più grande.

La Ministra Santanché, nel suo intervento, ha detto che “Il turismo ha vissuto un profondo cambiamento con l’avvento della pandemia, grazie alla quale abbiamo assistito ad un approccio sempre più digitale anche in questo settore”. Su questi temi BTO offre spunti di riflessione molto importanti, che spaziano dall’innovazione digitale al metaverso, fino alla sostenibilità.

La parola chiave di questa edizione di BTO è “Metatourism”, sintesi di un programma che comprende 100 eventi tra approfondimenti, workshop e speech futuristici per conoscere le nuove tendenze su tecnologia applicata al travel, destinazioni, professioni, modi di viaggiare. Quattro i topic attorno ai quali si snoda il programma: Hospitality, Food & Wine, Destination, Digital Strategy & Innovation.

La seconda giornata di appuntamenti, mercoledì 30 novembre, si aprirà alle 10 (Emilio Salgari Hall #3) con il panel “Work from anywhere. Il lavoro agile come leva su cui le destinazioni possono costruire un nuovo futuro”, al quale parteciperanno Giacomo Trovato, Country Manager Italia di Airbnb, Emma Taveri, Coordinatrice Destination del Comitato Scientifico BTO ed Alberto Mattei, presidente dell’Associazione Italiana Nomadi Digitali. Sempre alle 10 la Ring Hall #4 ospita “La sostenibilità digitale nel settore dell’Agrifood e del turismo nella percezione degli italiani”: sul palco Stefano Epifani, Presidente della Fondazione per la Sostenibilità Digitale.

Alle 11 l’appuntamento “Big quit, quitfluencer e appeal nel turismo” (Emilio Salgari Hall #3), durante il quale verranno analizzate le cause per le quali il settore turistico sta perdendo appeal a livello occupazionale. A parlane saranno il Direttore Generale di Federalberghi, Alessandro Massimo Nucara, la Direttrice Generale di Confindustria Alberghi, Barbara Casillo, il Coordinatore Nazionale di Assoturismo-Confesercenti, Corrado Luca Bianca e il Direttore Scientifico di BTO 2022, Francesco Tapinassi.

Sempre alle Donne del Vino alle ore 11.30 (Ada Lovelace Hall #6 Winearound) con la presidente del movimento Donatella Cinelli Colombini insieme alla giornalista e docente Barbara Sgarzi in ambito di comunicazione turistica e leadership femminile. Tanti gli appuntamenti in programma nella giornata in tema food & wine tourism.

Il pomeriggio, alle 15 (Emilio Salgari Hall #3) si parlerà dell’utilizzo dei dati dei turisti per migliorare l’efficacia delle strategie promozionali fornita dalle destinazioni e non solo, all’interno del panel “Martech e privacy, una relazione complicata” promosso da Fondazione Sistema Toscana. Tra gli speaker Gianluca Diegoli, Marketing Consultant & Adjnct Professor di IULM, Guido Scorza del Garante per la protezione dei dati personali, Massimo Fubini General Manager di MailUp+Contactlab, Chiara Leoni, avvocato, ed Isabella Mazzeo, Data & Measurement lead Italy di Google Ads Privacy.

Città protagoniste alle ore 16 con il panel “Grandi Destinazioni Italiane per un turismo sostenibile”: a dividersi il palco saranno Firenze, Milano, Venezia, Napoli e Roma, con i rispettivi assessori al turismo insieme alla dirigente del Ministero del Turismo Martina Rosato (Emilio Salgari Hall #3).

Alle 16 (Mary Shelley Hall #5) incontro sulle potenzialità offerte dal Metaverso per il settore alberghiero, mentre alle 17 (Isaac Asimov Hall #1) Francesco Seriacopi, Key Account Specialist di The Fork parlerà di consigli e ‘segreti’ della piattaforma leader per la prenotazione online dei ristoranti, su come gestire e aumentare le prenotazioni, ottenere il massimo della visibilità online, contrastare i no-show, ed utilizzare i sistemi di pagamento digitali gratuiti.

Novità di questa edizione la META-BTO realizzata da Carraro LAB, una sperimentazione inedita della sinergia phygital tra eventi fisici e virtuali, grazie alla quale i partecipanti della manifestazione avranno la possibilità di visitare BTO virtualmente nel Metaverso, sotto forma di avatar, accedendovi da Pc, Smartphone e Visori VR attraverso un Qrcode/link che verrà fornito dopo le presentazioni.

Foto: il presidente Eugenio Giani con il visore del metaverso

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »