energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bundu sotto sfratto, palasport caos Sport

Sembrava tutto deciso. Firenze scelta quale sede per il campionato europeo dei pesi welter tra il detentore Leonard Bundu e lo sfidante ufficiale il polacco Rafal Jackiewicz. Invece inaspettatamente sono sorte delle difficoltà tali da ipotizzare una sede diversa.
Quando è stato deciso che quell’europeo sarebbe stato disputato nel capoluogo toscano grande soddisfazione per gli appassionati di boxe – quasi 5 mila al palazzo dello sport del Campo di Marte all’ultimo match di Bundu – ma anche dallo stesso campione fiorentino perché combattere in casa è sempre uno stimolo in più.
Tanto più questa volta che Bundu 28 vittorie di cui 9 prima del limite, zero sconfitte, 2 no contest – si trova a disputare uno degli incontri più insidiosi della sua brillantissima carriera. Infatti Jackiewicz – 42 successi di cui 21 prima del limite, 10 sconfitte e 2 pari- è pugile di spessore mondiale.
Insomma ci sono tutti gli elementi per garantire un match “storico”, massacrante, spietato, pieno di tensioni. Il nostro campione è imbattuto e i risultati degli ultimi incontri autorizzano a guardare con ottimismo a lui per questo europeo. Infatti negli ultimi suoi tre matches, Bundu ha difeso volontariamente il titolo vincendo sempre prima del limite. Ha liquidato Antonio Moscatiello, poi Stefano Castellucci ed infine il 34enne francese Ismael El Massoudi messo k.o. alla prima ripresa.
Ma, appunto, non è più sicuro che questo attesissimo evento si svolga a Firenze. Gli organizzatori hanno già firmato un contratto con Sky per la trasmissione in diretta per la data del 6 aprile. Data ormai obbligata. Purtroppo il 6 aprile il Palazzo dello Sport del Campo di Marte è già stato fissato dai campionati italiani di ginnastica.
Saranno fatti tutti gli sforzi possibili per “liberare” il 6 aprile l’impianto – unico esistente a Firenze per eventi di queste dimensioni – ma non sarà facile. Se i tentativi dovessero fallire il match sarebbe dirottato a Torino o Brescia. E sarebbe una grande delusione per i sostenitori della boxe e di Bundu. Sono in corso trattative tra gli organizzatori del match ed i responsabili del Palazzo dello sport del Campo di Marte. Il risultato di questi colloqui fra qualche giorno.
Intanto è stato confermato che se Bundu dovesse superare il difficile ostacolo costituito da Jackiewicz, ci sarebbe per lui una “chiamata” dagli Stati Uniti per combattere per un titolo mondiale. Proposta che Bundu accoglierebbe con slancio.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »