energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bundu stravince ai punti contro il messicano Munguia Sport

Firenze – Ed ora il secondo assalto al titolo mondiale dei welter. Ieri sera al Little Creek Resort di Shelton l’indomito campione fiorentino Leonard Bundu – 32 vittorie, 1 sconfitta, 2 no contest – ha strabattuto ai punti il 36enne messicano Pablo Munguia campione nazionale dei welter che si presentava con un record di 21 successi di cui 12 prima del limite e 7 sconfitte.

Il match, fissato sulla distanza delle otto riprese senza titoli in palio, ha avuto in Bundu il solo protagonista. Il nostro campione ha surclassato il pur combattivo messicano aggiudicandosi praticamente tutte le riprese. Lo ha nettamente superato sul piano tecnico, su quello dei colpi messi a segno, nella velocità e precisione, nella fantasia. Insomma ha imposto in modo netto la sua miglior boxe.

Del resto questa superiorità è confermata dal verdetto che è stato unanime dei giudici a favore di Bundu. Il punteggio di due di loro è stato di 80 a 72; mentre quello dell’altro giudice è stato di 79 a 73.

Leo Bundu, dopo il suo esordio americano a Las Vegas nel dicembre scorso battuto ai punti nel mondiale da Keith Thurman, è tornato ad esibirsi davanti al pubblico d’oltre oceano offrendo una eccellente prestazione. Il suo successo contro Munguia non è arrivato, comunque come una sorpresa. Già alla vigilia era dato largamente favorito nelle quote degli scommettitori.

Il messicano ha cercato più volte di piazzare il suo maligno gancio sinistro, ma Bundu determinato e in ottima forma con una boxe varia, veloce e tecnicamente superiore ha dominato il match dal primo all’ultimo round.

Ora Bundu è più conosciuto ed apprezzato dagli amanti americani della boxe, quindi anche meritevole di tentare un secondo assalto al titolo mondiale. Una opportunità promessa dagli organizzatori statunitensi se avesse battuto Munguia. Dunque………….

—————–

Print Friendly, PDF & Email

Translate »