energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bussola del lavoro: mille contatti fra imprese e disoccupati Notizie dalla toscana

Empoli – Sono oltre 1000 i curriculum vitae raccolti dalle 14 imprese del territorio che hanno partecipato alla ‘Bussola del Lavoro’, manifestazione ospitata nella scorsa settimana al Chiostro degli Agostiniani, promossa dal Comune di Empoli in collaborazione con ASEV ed il Centro per l’Impiego di Empoli.
Un appuntamento dunque che conferma tutte le sue potenzialità dando la possibilità a chi cerca lavoro di entrare direttamente in contatto con le aziende, lasciando il proprio curriculum vitae ed effettuando un colloquio conoscitivo, e confermandosi opportunità per le attività e gli imprenditori di raccogliere rapidamente un numero consistente di candidature e di conoscere dal vivo le persone.

Numerosi anche i colloqui di orientamento, circa 100, svolti dai consulenti di orientamento del Centro per l’Impiego e dall’esperto di Fior di Risorse, associazione che si occupa di risorse umane, che hanno permesso ai visitatori di ‘fare il tagliando’ al proprio CV rinnovandolo, aggiornandolo e di presentarsi nel miglior modo alle imprese.
«La Bussola del Lavoro è destinato a diventare un appuntamento fisso nell’ambito delle iniziative che vengono messe in campo per facilitare la ricerca del lavoro ed ha ancora grandi margini di crescita – afferma Tiziano Cini, direttore ASEV – sia quantitativi, che qualitativi con la presenza ai seminari di esperti sempre più qualificati, con l’ambizione di diventare un modello a livello regionale».

L’assessore all’innovazione, attività produttive e sviluppo economico della Città di Empoli, Antonio Ponzo Pellegrini guarda già avanti: «Stiamo già lavorando alla terza edizione. La Bussola del Lavoro è un progetto in cui l’amministrazione empolese crede moltissimo. Sono convinto dell’importanza di creare un momento di ascolto/orientamento per le tante persone che cercano occupazione. Un’occasione che è cosa rara in questo periodo, se poi si converte in lavoro ha un valore inestimabile».

L’assessore fa emergere anche la bella storia di una giovane che ha preso parte alla due giorni al Chiostro degli Agostiniani: «Si tratta di ragazza la cui famiglia ha avuto problemi abitativi e grazie al suo colloquio giovedì prossimo inizierà un lavoro, trovato alla ‘Bussola’: saranno due mesi di prova. Credo che questo evento valga l’impegno solo per poter raccontare un episodio del genere. Ringrazio per il supporto dell’Asev con la quale come Comune siamo già al secondo progetto sul territorio. Ci stiamo impegnando perché qualcosa di buono accada anche a Empoli, senza promettere miracoli. Stiamo chiedendo commenti e suggerimenti alle aziende presenti, in modo da poter migliorare il format il prossimo anno. Anche per capire quali figure professionali si stanno cercando nell’Empolese Valdelsa».

Print Friendly, PDF & Email

Translate »