energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

By-pass di Cascine del Riccio ai blocchi di partenza Cronaca

Il progetto esecutivo del by-pass di Cascine del Riccio è stato approvato dalla giunta comunale, e, grazie a una nuova convenzione, sarà il Comune a realizzarlo, con risorse delle Autostrade. Sembra così che il progetto abbia avviato un processo ormai irreversibile di realizzazione, e la procedura per la gara di appalto per l’affidamento dei lavori è già pronta a partire. L'intervento ha un costo di circa 5 milioni di euro per una durata dei lavori di quasi 16 mesi.
“Il prossimo avvio dei cantieri del by-pass di Cascine del Riccio è il risultato del forte impegno dell’Amministrazione comunale – sottolinea l’assessore Mattei, che ha presentato la proposta in giunta  – sia per l’ultima stesura del progetto esecutivo sia per la futura realizzazione. I lavori potranno partire a breve solo perché, al contrario di quanto inizialmente previsto, verranno appaltati direttamente dal Comune. Autostrade continueranno a finanziare l’opera ma non si occuperanno della realizzazione”. 

Il disegno della viabilità era inserito nel progetto di ampliamento alla terza corsia dell’A1 e inizialmente studiato insieme all’intervento di sistemazione ambientale e alla viabilità di accesso alla ex-cava di Monteripaldi, a seguito delle specifiche richieste del Comune di Firenze durante la conferenza dei servizi per i lavori autostradali. A causa della incompletezza delle autorizzazioni necessarie per realizzare le opere e per evitare rallentamenti all’appalto dei lavori autostradali, la viabilità di Cascine del Riccio fu stralciata alla fine del 2002. 

La sistemazione dell’area dell’ex-cava e la viabilità di accesso che, sviluppandosi dall’autostrada esistente raggiunge l’area dell’ex-cava scavalcando il torrente Ema con un nuovo ponte, furono invece inclusi nel progetto, con la motivazione che erano funzionali ai lavori. La viabilità che ne risulta si collega alla viabilità esistente per mezzo di una rotatoria, anch’essa realizzata nell’ambito dei lavori autostradali. 
Il progetto di Cascine del Riccio prevede  realizzazione di un collegamento diretto tra via delle Cinque Vie e via delle Cave di Monteripaldi (denominato Variante Cascine del Riccio), che fiancheggiando l’area occupata dalla ex cava di Monteripaldi, consente al traffico di by-passare l’abitato. Questo collegamento si ricongiunge alla viabilità esistente in corrispondenza della rotatoria realizzata contestualmente alla viabilità di cantiere per l’accesso all’area dell’ex cava. Il raggiungimento del centro abitato è invece garantito dalla viabilità di Monteripaldi che, dalla rotatoria, utilizza la viabilità di cantiere nel tratto di scavalco del torrente Ema e nel tratto in cui essa fiancheggia la zona dei campi sportivi, per poi riconnettersi alla viabilità esistente in prossimità del Ponte a Iozzi. 

Di fatto, la variante delle Cascine del Riccio costituisce l'opera principale dell'intero progetto: è costituita da un collegamento esterno all’abitato di Cascine del Riccio e ha origine in corrispondenza della rotatoria realizzata come viabilità di cantiere nell’ambito dei lavori autostradali. Il collegamento ha uno sviluppo di circa 800 metri , nel tratto iniziale si affianca al torrente Ema ricalcando il tracciato esistente; nel tratto intermedio si sviluppa tra l’abitato di Cascine del Riccio e l’area di deposito dell’ex-cava ed è affiancata in destra da una duna antirumore. Successivamente dall’intersezione con via San Michele a Monteripaldi il tracciato si riporta sulla viabilità esistente (allargata a destra).

Il secondo intervento per importanza è la viabilità di Monteripaldi, che rappresenta la viabilità di collegamento tra la viabilità esistente in corrispondenza della rotatoria e via delle Cinque Vie in corrispondenza di Ponte a Iozzi. Si tratta di un collegamento di 435 metri che nel tratto iniziale utilizza la viabilità di cantiere compresa nei lavori autostradali, della quale sfrutta anche l’opera di scavalco del Torrente Ema. Previste inoltre la riprofilatura altimetrica della viabilità di accesso al centro abitato (via delle Cave di Monteripaldi) e la riconfigurazione della rotatoria. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »