energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Bypass Mantignano, Giorgetti: “Lavori vanno avanti, ad aprile la consegna” Breaking news, Cronaca

Firenze – Arriva la risposta alle preoccupazioni del capogruppo di FdI Alessandro Draghi circa la lunghezza infinita della realizzazione del sottopasso di Mantignano, 300 metri che sembrano stentare a vedere la fine, da parte dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti. “Invito il consigliere Draghi a verificare con più attenzione le segnalazioni dei cittadini. Ho effettuato personalmente un sopralluogo al  cantiere del bypass venerdì 22 gennaio e i lavori erano in corso” dichiara l’assessore.

“I lavori del bypass di Mantignano sono complessi e i ritardi che si sono verificati sono legati proprio alle difficoltà esecutive dell’opera soprattutto per quanto riguarda gli aspetti idraulici e alle condizioni meteorologiche”.

Si ricorda che il Genio Civile della Regione Toscana ha chiesto una serie di lavori in alveo e la realizzazione di un tombino per dare continuità al Fosso degli Ortolani, sotto il nuovo rilevato stradale, e il completamento dell’intervento fino a via Canova. Il tombino è un’opera idraulica costituita da uno scatolare in cemento armato di sezione 4,00×2,20 m e lungo circa 50 metri.  Nel progetto anche una struttura per l’alloggiamento dei meccanismi di chiusura idraulica, al momento del bisogno. Per effettuare questa lavorazione è stato necessario prima realizzare un argine provvisorio, demolire il vecchio argine (di fatto il rilevato stradale di via dell’Argingrosso), il tombino esistente e il casotto di alloggiamento dei meccanismi di chiusura in caso di piena. E ancora completare il tombino e realizzare  la nuova struttura per l’alloggiamento dei meccanismi di chiusura meccanica in caso di piena. E infine procedere al rifacimento dell’argine/rilevato stradale. Lavori complessi e lunghi che hanno dovuto fare i conti anche con le problematiche legate al meteo e all’emergenza sanitaria. Ultima fase dei lavori la realizzazione della nuova rotatoria di via Canova e del tratto di collegamento tra la stessa rotatoria e il ponte esistente, con l’adeguamento del tratto via dell’Argingrosso.

“Anche i nostri uffici, e io personalmente, andiamo a controllare i cantieri – ribadisce l’assessore Giorgetti – che, in questo periodo, devono fare i conti anche con le condizioni meteorologiche non certo favorevoli. Comunque ad oggi il cronoprogramma prevede di completare le opere nel mese di aprile”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »