energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Calcio D, Città di Castello sola in testa Sport

Firenze – La classifica del Girone E di Quarta Serie, dopo l’anticipo della seconda giornata, presenta la prima capolista solitaria. Il Città di Castello, che ha piegato alla distanza la resistenza, piuttosto flebile, in verità, del Foligno. Dopo il vantaggio col neo arrivato Giorgio Gorini dalla Correggese, ex Sansepolcro in appena 7′ di gioco. Ospiti al momentaneo pari fino al raddoppio biancorosso. Al Corrado Bernicchi per il 2-1 del primo tempo che sarà anche quello finale. La nuova classifica vede castellani umbri al comando a 6, quindi Massese, Gubbio, Montecatini, Pianese a 3, Sansepolcro, Ponsacco, Poggibonsi, Sangiovannese, Gavorrano, Spoleto ad 1, Viareggio, Ghiviborgo, Colligiana, Scandicci, Gualdo. Con Montemurlo e Foligno stesso in attesa di omologazione della partita di domenica scorsa. Per la cronoca finita 1-1. Ultime di mercato che vedono il Sansepolcro ingaggiare lo svincolato mediano Francesco Cangi, partito proprio dalla Valtiberina con, fra l’altro in B, Arezzo e Verona, Perugia in Prima Divisione, a 33 anni. Due arrivi a Spoleto, il difensore centrale lituano Aurimas Vilkaitis, già a Bastia, 22 anni e l’attaccante esterno destro Daniele Mascolo di 21, con precedenti a Cremona e Pro Piacenza in Lega Pro. Infine, la Sangiovannese che prende Luciano Bartolini come preparatore dei portieri e coccola il sogno Leonardo Bianchi, ventitreenne sinalunghese di belle speranze con 3 partite in Prima Divisione a Lucca nel 2014-2015, regista di spicco e valore. Ultimamente a Gavorrano in D con cartellino empolese, per il prestito ma c’è da convincere il Rieti col quale era stato, una ventina di giorni fa, raggiunto un accordo di massima. La volontà di avvicinarsi finalmente a casa dovrebbe però prevalere. Del resto da San Giovanni Valdarno a Sinalunga la strada è abbastanza amica. E scorrevole. Segnalato dall’ex azzurro levanese Osvaldo Mannucci che l’ha in scuderia come agente calcistico. E nel pomeriggio di venerdi 11, al Virgilio Fedini, in Valdarno.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »