energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Calcio D: cordata aretina in vista per la Sangio Sport

Firenze – Si profila una cordata di imprenditori aretini dei quali alcuni nel mondo dei servizi finanziari, all’orizzonte della Sangiovannese. La società valdarnese del Girone E di Quarta Serie, da indiscrezioni, nel mirino di impresari fra i quali, a suo tempo, dirigenti che hanno guidato l’Atletico Arezzo. All’epoca, ripartito dalla D dopo i fasti e conseguenti nefasti del mondo professionistico. Persone, a quanto risulta, vicine alla famiglia Grazi che è attualmente alla guida del club azzurro ma che palesa difficoltà a proseguire. Da sola, il cammino iniziato 6 anni fa.

In questa nuova ottica, sempre da quanto informalmente risulta, destinati a restare Lorenzo Grazi nella veste di Direttore Sportivo insieme a molte altre persone dello staff e dell’organizzazione societaria attuale. Nuovi, evidentemente, presidente e suo vice con i consiglieri del caso ed il tecnico. Individuato nell’aretino Silvano Fiorucci, come già accennato di recente. 59 anni, nativo di Città di Castello con alle spalle solida carriera di driver e, prima ancora, di calciatore. Ultimamente proprio, in panca, dei biancorossi tifernati. Almeno fino a domenica scorsa. Novità anche, in questa prospettiva sul nuovo Marzocco. Con, oltre a Pezzati e Vezzi che avevano già dato disponibilità a restare, qualche altra fondamentale pedina del 2015-2016, per la gioia dei tifosi.

Che daranno arrivederci alla piazza ed agli addetti, giovedì 19 maggio 2016 alle 18 al Virgilio Fedini di San Giovanni Valdarno, in un’amichevole con la squadra al completo. Opposta ad una Rappresentativa della Gradinata Marco Sestini. Quello attuale, l’11 di Gennaro Ruotolo, pronto a salutare la piazza. Per quello futuro, appunto, si potrebber ancora vedere, volti noti. Fra gli altri, Capitan Mugelli, Regoli, Lischi. Compresi alcuni giovani fra i quali Dario Sangalli, esterno alto destro del ’98, di ritorno dal prestito alla Castelnuovese in Promozione. Dove si è ben distinto giocando come un veterano. Roba da non sottovalutare visto che non si tratta dei soliti Allievi o Giovannisi. D’elite o no. Ma un torneo dei grandi. Vero e proprio. Con annessi e connessi. Se son rose. Entro il mese, si vedrà. Se fioriranno. Magari con qualche spina. Immancabile. Nella casistica.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »