energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Calcio D: Montecatini, prove di fuga. Non senza pensieri al mercato Sport

Firenze – In cerca del successo pieno agli Oliveti con una Massese in ripresa, nonostante lo scotto in Coppa, la capolista Montecatini. Per provare la fuga buona. Col portiere Matteo Martinuzzi, ’97, ex Sangio, pronto a svincolarsi ed approdare a non molti chilometri. A quel Montemurlo, sempre più ambizioso. Fra i pali, nell’undici di Simone Settesoldi, volendo, un altro ’97 che lascia, tanto per cambiar, uno Scandicci. Sempre più inguaiato in vicende societarie. Parliamo di Micheli. Con la mente già all’Aldo Nelli.

A 31, con due lunghezze sulla Colligiana. Impegnata allo Stefano Lotti, per l’occasione un pò più deserto del solito. Per le note polemiche sull’entrata nell’impianto per il derby della Valdelsa, solo dei residenti a Poggibonsi, per ordine pubblico. Al terzo posto, appaiato a 27, un trio. Gavorrano al Turri di Scandicci per la prova del nove, su tutti. Montemurlo al Virgilio Fedini di San Giovanni Valdarno, domenica 13 novembre 2015 alle 14,30. Per la Sedicesima di andata del Girone E di Quarta Serie. Con due esordi eccellenti nella squadra di Gennaro Ruotolo, ancora alla ricerca della Zona Play-Off. Dentro gli ex Scandicci, i due Marco, De Angelis e Pezzati. In attesa, per la Befana di Samuele Bicchi, ’95, esterno sinistro basso della Pistoiese. In procinto di rescindere proprio col club pratese. In pratica, un atteso rientro al Marzocco dopo l’ottima stagione scorsa. Infine, Gubbio nella gara di campanile col Città di Castello. Ghiviborgo a 23 col Ponsacco in un match fra vicini. Lucchesi e pisani, da sempre, almeno come formazioni provinciali, tradizionalmente, rivali. In coda, lo Spoleto con, proprio alla vigilia dell’incontro di Gualdo, senza presidente. Con Pecorelli, dimessosi qualche giorno fa.

E col bassetto bottino di soli 6 punticini. Poco più sù, a 12, il Sansepolcro che attende al Buitoni la mai doma Pianese. Che ha liberato, verso Imola, Jacopo Zagaglioni, mediano fiorentino. Reduce da tante battaglie sui campi di C. A chiudere, all’Enzo Blasone, un Viareggio battagliero e voglioso di liberarsi della zavorra dei 20 punti. Un punteggio poco consono per le zebre. Peraltro, da molti, dati a luglio, come pretendenti, almeno, per lottare per un posto di riguardo in graduatoria.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »