energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Calcio D, Poggibonsi fra mercato e polemica. Lotti semideserto col Colle Sport

Poggibonsi – Ne succedono di tutti i colori, alla vigilia dell’atteso derby della Valdelsa fra Poggibonsi e Colligiana. In programma allo Stefano Lotti domenica 13 dicembre 2015 alle 14,30. Per la Sedicesima di andata con uno stadio semivuoto e porte, praticamente accostate. Con intrecci di mercato che cambiano le due squadre, da sempre rivali proclamate. Ma andiamo con ordine. Iniziando dalle operazioni di compravendita decembrina fra dilettanti. Per le due contendenti.

Con uno scambio fra giallorossi, in uscita e biancorossi, in entrata col centrale difensivo ’97 Tommaso Batoni, approdato al team del Colle. Mentre, sulla sponda dei Leoni, addirittura 4 gli affari nell’andirivieni, diviso equamente a metà. i nuovi arrivi, con accordi dell’ultim’ora. Acquisiti dall’equipe di Massimo Fusci e pronti ad esordire proprio nella gara di campanile. Alessandro Manes, ’94 centrale difensivo proveniente dallo Spoleto, nel Girone E di Quarta Serie, lo stesso delle contendenti in parola. E già in Correggese e Villabiagio oltrechè giovanili viola e Siena. In pratica, un rientro nel Senese. Quindi, Lorenzo Brescia, esperto e validissimo trequartista dal Gualdo, 27 anni. Partito verso il prestito a Lentigione, in categoria, il difensore ’94 Alessandro De Vitis. Nel 2014-2015 alla Fortis Juventus di Borgo San Lorenzo. Poi, Tommaso Bencini, esiliato in Eccellenza Toscana a Grassina.

Infine, le ultimissime per quanto riguarda le note polemiche. Per la decisione del Prefetto di Siena, Renato Saccone interessando la Questura Provinciale, di far entrare alla partita solo i residenti del comune di Poggibonsi e che, addirittura, si rischia di veder, nell’impianto gestito dal club di Viale Marconi, capace di un pubblico di categorie superiori, solo un centinaio di spettatori. Per lo sciopero degli Ultras locali che, col Tutti dentro o fuori tutti, diserteranno il settore loro tradizionalmente assegnato e resteranno nel piazzale antistante il terreno di gioco. Pur nella rivalità, per solidarità con i sostenitori di Colle, dopo i chiarimenti societari dopo i fatti della scorsa stagione. Ma non solo. Anche i presidenti e dirigenti dei due sodalizi scendono in campo.

Non materialmente ma solo, appunto, per unirsi all’astensione, stavolta della Tribuna Centrale. Con i numeri uno Antonello Pianigiani e Massimo Rugi uniti nella protesta contro le scelte dei rappresentanti delle istituzioni per l’ordine pubblico. Dentro, insomma pochi intimi. Fuori, il resto del mondo con canti, musica e tifo esterno. Sfrenato. A prescindere. Da entrambi i fronti. A pochi metri. Divisi dalle immancabili forze dell’ordine. A questo punto, più necessarie in piazza che sugli spalti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »