energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Calcio D: Sangio, nel 2016-2017 panca a Ghizzani e quattro arrivi Sport

San Giovanni Valdarno – Svelato il futuro della Sangiovannese. Imboccata la strada per la permanenza in categoria, puntando alla Coppa con Play-Off Nazionali se passerà il turno. Nella partita unica con rigori per parità al 90′ col Foligno, mercoledi 17 febbraio prossimo alle 20,30. Al Virgilio Fedini di San Giovanni con prezzo unico nella Tribuna Centrale e nelle Laterali a 10 euro. Come da richiesta locale con eventuale avallo umbro e della Lega.

Dopo le necessarie prove di questi giorni per il funzionamento dell’impianto di illuminazione con qualche ritocco. La prossima stagione 2016-2017 sempre con la famiglia Grazi al timone e due innesti in vista, nel club come confermato dalla dirigenza. Un accurato piano programmatico che prevede, da indiscrezioni, grosse novità anche dal lato agonistico. Almeno cinque. Nuovo Mister e 4 acquisti di spessore. In primis, stando ad indiscrezioni attendibili, in parte avvalorate dallo stesso presidente Lorenzo, ottime prospettive per Gennaro Ruotolo, dopo l’ottimo lavoro in Valdarno.

Con una interessante richiesta dall’Avellino in Serie B. In questa evenienza, pronto per la guida azzurra Marco Ghizzani. Un vecchio pallino del Marzocco. Con un’intesa di massima pur rivolta dal primo luglio in poi. Il tecnico di Castelfiorentino non è certo uno sconosciuto fra gli addetti della Quarta Serie dove milita il club in riva all’Arno. Nel Girone E. Dopo un’intensa attività di Bomber con Siena, Ascoli, Impruneta, Sestese, Lumezzane, Sansovino, Gavorrano, Montevarchi, Cascina, Ivrea, Grosseto, Pisa, fra l’altro. Dopo esordi nel vivaio senese e passaggio romano alla Cisco.

A 42 anni, avviata al meglio la carriera di driver con Poggibonsi nel ritaglio stagionale 2015-2016. Prima ancor con San Donato nel 2014-2015 in D. In principio furono Castelnuovese e stesso club gialloblu chiantigiano, nell’Eccellenza di casa nostra, a metter in debita evidenza le doti del coach dell’Empolese. Anche con sentiti confronti con l’undici di piazza Palermo da avversario. Come ben ricorderanno i tifosi, per la verità non tutti contenti di questa scelta. Ma sempre e solo, da quanto potuto appurare, per l’agguerrita rivalità passata. Un Bomber di fiducia dell’allenatore in questione, quel Davide Bartolini, ora a Gualdo ma spesso seguito nel team di piazza Palermo. 30 anni per il senese di nascita e prima residenza. Con 50 reti in 110 matches nello score.

Nel 2014-2015 in Veneto a La Fenodora con 1 sigillo nei 2 visti con qualche problema fisico che ne ha frenato l’impiego. Straordinaria l’esperienza precedente a Macerata in D con la vittoria del torneo con Giuseppe Magi al timone. Con 3 marcature in 22 incontri. Nel 2014-2015 con lo stesso Ghizzani a San Donato. Prima, Tortona, Fersina, Asti, Pierantonio, Sansovino. Poi un Baby ’98 Massimiliano Benucci, fratello di Enrico, già alla Sangio. Il trequartista sta strabiliando nella Berretti Nazionale dell’Arezzo con tante segnature e gioco. Nella compagine di Antonio Alessandria, capolista indiscussa del proprio torneo. Con 9 successi in altrettante partite. Non mancando la convocazione, di recente, nella Under 18 di Lega Pro. Quindi, occhi per due pedine di grosso calibro del Montecatini, Matteo Caciagli e Claudio Santini.

Il primo, mediano, 30 anni, nato a Pontedera, vanta presenze in Poggibonsi nel 2015-2016, in avvio con una rete in 19 incontri. 2014-2015 sempre in Valdelsa. In anteprima, Gavorrano in Seconda Divisione oltre a Borgo a Buggiano, Pisa e Cuoiopelli. L’altro, 24 anni, nato ed abitante a Bagno a Ripoli, trequartista. Subito alla ribalta con C a Prato dal gennaio dell’anno passato con 11 presenze. Indietreggiando, Lucchese, Gavorrano, Borgo a Buggiano. Un pò proprio come Caciagli. 20 centri in 150 competizioni, in tutto. Niente male come biglietto da visita. Non c’è che dire, idee chiare per i colori biancoazzurri di una società vecchiotta (ha quasi 90 anni). Ma ancora in salute. Eccome.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »