energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Calcio D: Sangio, Ruotolo scaramantico cambia panca Sport

Firenze – Da buon napoletano imitando Maurizio Sarri, Gennaro Ruotolo, tecnico della Sangiovannese, club del Girone E di Quarta Serie, non finisce di stupire. Da superstizioso doc, pur senza finora farlo notare troppo, pur di arpionare i primi tre punti casalinghi, mette la freccia. E va a destra scegliendo la panca proprio più vicina al collaboratore dell’arbitro. E soprattutto proprio dalla parte dove di solito sono sistemati i tifosi ospiti. Insomma, il biondo driver azzurro sfida tutti. Pur di intascare il primo successo Interno. Ed in assoluto del 2015-2016. Dopo due stecche intere ed altrettante mezze.

Col Gualdo del portiere Andrea Casini e che, guarda caso, gli ha fregato all’ultimo tuffo, il guardiano ’96 ex Scandicci. Essendo stato in ballottaggio a lungo, in estate con Antimo Errico.Ora se lo troverà da avversario a tentar di bloccare gli attacchi valdarnesi agli umbri. Che hanno scavalcato Capitan Mugelli e soci colla vittoria sullo Scandicci di domenica scorsa. Levandoli, a loro volta, dalle peste dei bassifondi della graduatoria. Adesso, si dice in casa del Marzocco, è l’ora di cancellare quel desolante zero nella casellina delle affermazioni. Ma gli sportivi non si fidano. Non basta, a loro dire, un semplice cambio di posto per virar la rotta. Innanzitutto, chiacchiere a parte, serve concentrazione oltre a carattere ed umiltà. Solo così si può acquisire la lucidità necessaria ad evitare svarioni eclatanti. La squadra ne ha tutte le potenzialità. Una vittoria scacciacrisi è oltremodo richiesta dagli spalti del Virgilio Fedini.

Che nella sua lunga storia di mezzo secolo di vita, solo in una occasione, aveva visto invertire le allocazioni degli allenatori. Ed in quell’occasione non parve portare troppa fortuna. Stavolta la storia, almeno nelle speranze dell’ambiente valdarnese, potrà non aver i soliti corsi e ricorsi. Bastano i primi. Per ora. Intanto, Ruotolo ha scelto un cambio che ancora non lo riguarda, dovendosi accomadare per un altro turno insieme al collega Omar Manuelli, in Tribuna. Facendo entrambi largo ai rispettivi vice, Luciano Ravenni e Giorgio Bellucci. Per voler del npotai Francesco Ricci, che li ha accontentati entrambi. I discorsi li potranno far solo al bar. Se vorranno. Senza danni.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »