energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Calcio D: la Sangio se la cava con un’ammenda Sport

Firenze  – Non va poi così male, tutto sommato, alla SanGiovanniValdarno. Che evita la penalità per l’ormai famoso Caso Righeschi. Cavandosela con un’ammenda di 4000 euro. Sono sempre soldi che lasciano le casse del Marzocco ma, si fa per dire, non è finita come si sarebbero aspettate le società che hanno ricorso in Lega. Chiedendo con un esposto, la verifica sui 5′ di gioco della prima punta centrale azzurra Alberto Mattia Righeschi. Che era, a loro dire, squalificato. Fatti risalenti alla stagione 2013-2014.

 Alla Prima di Campionato di Quarta Serie. Per il Girone E col Bastia del 7 settembre scorso. Accodandosi, in pratica, alla partita data vinta a tavolino, nell’incontro della domenica seguente Rignanese-Larcianese, per il raggruppamento B dell’Eccellenza Toscana, ai pistoiesi. Dalla Giustizia Sportiva Regionale. Con prestito ai biancoverdi valdarnesi del baby, all’epoca, al centro della questione. Con la non certo nascosta speranzella di poter veder penalizzata la diretta rivale per la salvezza. Da parte, da quanto risulta, di Pianese, Spoleto, Gavorrano e Villabiagio. Questione che sarà risolta definitivamente nel colloquio previsto per mercoledi 4 febbraio prossimo, nel pomeriggio a Roma. Presso la Lnd con l’intervento di una delegazione del club di piazza Palermo, guidata dall’Avvocato Lucio Curzi. Con la proposta che sta perfezionando lo Studio Legale del sodalizio in riva all’Arno. Sbarazzandosi del rischio di vedersi detrarre dall’attuale torneo, da uno a tre punti. Patteggiando, diciamo così, a chiusura totale del caso dell’estate. Che non ha fatto dormire sonni tranquilli agli appassionati tifosi.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »