energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Calcio storico: tutti assolti per il 2006, rimandati ad Ottobre quelli del 2005 Cronaca

Sono stati tutti assolti per non aver commesso il fatto i 54 imputati finiti in Tribunale per la partita dell’edizione 2006 tra i Bianchi di Santo Spirito e gli Azzurri di Santa Croce, che ancor prima di iniziare a giocare fecero scoppiare una maxi rissa, con 21 feriti, fra cui uno grave, che portò all’annullamento del torneo. Il PM Vincenzo Ferrigno un mese fa aveva chiesto condanne da quattro a nove mesi. Sorte invece sospesa per i 42 calcianti condannati nel 2009 a pene tra i 10 mesi ed un anno e sei mesi di reclusione, in quanto il processo d’appello contro la sentenza emessa dalla seconda sezione penale del tribunale di Firenze, è stata rimandata ad Ottobre. A differenza della partita del 2006 in questo caso il torneo venne funestato da numerosi incidenti in campo, vere e proprie risse, avulse dall’andamento delle partite, che assunsero i contorni del regolamento di conti tra gruppi rivali, e che portarono la Procura a decidere di aprire un’inchiesta riunendo in un unico fascicolo quanto accadde nelle tre partite del torneo. “Una sentenza annunciata”, disse all’epoca il consigliere di An in Palazzo Vecchio, Stefano Alessandri, dimessosi dall’incarico di vicepresidente del Comitato per il Calcio Storico poco prima della sentenza. “Finché non si darà spazio alla magistratura sportiva anziché quella ordinaria, il problema non sarà mai risolto”, sentenziò all’epoca. Anche la memoria storica e voce ufficiale del Calcio Storico, Luciano Artusi, si disse addolorato: “Non sono risse vigliacche, è il gioco più vecchio di Firenze fatto davanti a migliaia di persone ho cercato di spiegarlo tante volte. Magari certe volte i calcianti eccedono per passione ma avete visto le condanne? Alle volte prende meno chi fa uno stupro”. Speriamo solo che “due pesi e due misure” usate dal Tribunale fiorentino con i due modi di giudicare gli episodi del Calcio Storico Fiorentino non pregiudichino il torneo 2012, che si giocherà il prossimo giugno, e possa portare la serenità nelle famiglie di chi ritiene di essere stato condannato ingiustamente per un reato che, come ha sentenziato il giudice questa mattina, non è stato commesso.

Foto: Archivio Franco Mariani

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »