energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Caldo: domani il terzo giorno da bollino rosso Cronaca

Firenze – Firenze e la Toscana ancora nella morsa del caldo. Domani, giovedì 2 luglio, è infatti previsto il terzo giorno consecutivo di superamento delle soglie. Scatta perciò il codice rosso dell’emergenza. Una situazione che continuerà per i giorni successivi in caso di superamento dei valori limite.
Le ore di maggior criticità saranno quelle pomeridiane e serali ma il disagio continuerà anche nelle ore notturne. E il caldo continuerà anche nei prossimi giorni. Secondo le previsioni meteorologiche infatti l’anticiclone di matrice africana, attualmente presente sul centro nord dell’Italia, non abbandonerà la sua posizione favorendo il bel tempo ma con temperature superiori alle medie stagionali.
La popolazione anziana dovrà limitare le attività all’aperto. I consigli sono sempre di bere anche senza lo stimolo della sete.

Sul sito della Protezione civile del Comune si possono trovare le norme di comportamento da seguire in questi casi come evitare, se possibile, l’esposizione all’area aperta nella fascia oraria 12-18, indossare abiti leggeri e in fibre naturali, mangiare frutta e verdura e via dicendo.
Per quanto riguarda gli anziani, l’Amministrazione ricorda che è in funzione la Sorveglianza attiva. Si tratta di un servizio (gestito in convezione con Montedomini in modo integrato con la teleassistenza) che garantisce un monitoraggio telefonico costante, in favore di anziani fragili segnalati come a rischio (per esempio, da ondata di calore) dai medici di famiglia o dai servizi sociosanitari territoriali. Il servizio è rivolto peculiarmente alle persone anziane sole che non dispongono di una rete familiare idonea a garantirne la sorveglianza delle condizioni di salute e di bisogno. L’intensità dell’azione di sorveglianza è modulata in base alle condizioni di rischio connesse al periodo in cui si realizza, con particolare riferimento al periodo estivo e ai rischi derivanti da ondate di calore, durante le quali viene intensificata la frequenza di monitoraggio.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »