energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Calendario Polizia 2013 per i ragazzi del Centro terapeutico europeo Notizie dalla toscana

Al servizio della cittadinanza, 365 giorni l'anno. La Polizia di Stato, nelle sue funzioni istituzionali, coniuga ogni giorno la sua presenza sul territorio con l'osservazione della realtà, prevenendo e reagendo attivamente nel Soccorso Pubblico. Un'attività che rende unico e fondamentale il ruolo delle sue donne e dei suoi uomini, poliziotti vicini ai cittadini oggi più che mai.
La Questura di Firenze diretta da Francesco Zonno, ha quindi deciso di mostrarsi anche nella sua veste più inusuale, al fianco di quelle categorie la cui fragilità è esposta alle difficoltà del quotidiano.

Negli scatti del calendario 2013 “Come non ci avete mai visto”, gli uffici e le specialità della Polizia di Stato in sede a Firenze mostrano come gli uomini dell'Istituzione possano far nascere il sorriso, in gesti di comune letizia. Progettate dal fotografo Antonio Lemma, sotto la supervisione e la cura del Primo Dirigente Giuseppe Solimene, le dodici fotografie che incorniciano i mesi dell'anno venturo accompagneranno la cittadinanza e i ragazzi del Centro Terapeutico Europeo che hanno partecipato alle pose. Fotografie inedite, divertenti, che collocano l'Istituzione e la cittadinanza in stretto rapporto, anche fuori dal classico aspetto in cui le immagini ci hanno abituati a percepire le Forze dell'Ordine. L'incontro fra i poliziotti e i ragazzi del C.T.E. ha permesso a questi giovani di vivere un momento di crescita e divertimento, guardando la divisa come mai l'avevano vista prima. L'intenzione del progetto-calendario vuole quindi rendere viva l'attenzione sulla figura degli appartenenti della Polizia di Stato, uomini al servizio della cittadinanza, capaci anche di far nascere il sorriso in chi difficilmente può farlo.

Il calendario, acquistabile facendo riferimento ai recapiti sotto riportati, sarà in vendita al pubblico ad 8 € e l'intero ricavato verrà devoluto al C.T.E. per la costruzione di nuove strutture riabilitative.
La solidarietà e il primo gesto per un futuro migliore e, come in ogni momento del suo lavoro, la Polizia di Stato è stata pronta a garantirne la possibilità, mettendosi in gioco. (COM)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »