energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cambiamento climatico, “salta” anche il carrello della spesa Ambiente, Breaking news, Economia

Firenze – Quarantuno trombe d’aria, il 128% in più dello scorso anno, a volare è anche il carrello della spesa. E’ ciò che afferma la Coldiretti, a fronte dell’aumento dell’inflazione  che si è verificato a novembre, come registrano i dati Istat. Così le alluvioni anomale e le bombe d’acqua, il forte vento e le temperature elevate rispetto al periodo, hanno provocato forti danni sia alle coltivazioni in pieno campo che in serra, producendo, a causa della minore disponibilità dei prodotti orticoli,  un aumento marcato dei prezzi dei prodotti stessi.

Il maltempo che si è abbattuto in particolare nelle aree centro-meridionali del paese, ha così avuto una ricaduta sensibile sui prodotti alimentari, pari, come dicono dalla Coldiretti, “per i i prodotti non lavorati”,  a +1,1% rispetto al rincaro dello 0,8%  del mese precedente, mentre per quelli lavorati si è passati dal +1,0% di ottobre al +1,3% di novembre.  “Il crollo della produzione provocato dal maltempo – spiega la Coldiretti – ha effetti sugli acquisti anche per il rischio di speculazioni nel passaggio dei prodotti dal campo alla tavola, a danno dei consumatori e dei produttori”.

Del resto, ormai è sbagliato parlare di andamento “anomalo”, dal momento che è sempre più frequente imbattersi in fenomeni di “tropicalizzazione” del tempo metereologico. Fra i risultati di questo mutamento, ci sono  sono i danni all’agricoltura, che sono giunti fino a un miliardo e mezzo. Una situazione con cui deve misurarsi anche il carrello della spesa, sempre più caro a causa della variabilità delle quotazioni.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »