energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cambio di guardia alla guida dell’ACSIT Notizie dalla toscana

Firenze – Due anni importanti, quelli della presidenza di Fiorella Maisto, che hanno visto l’ACSIT (Associazione Culturale Sardi in Toscana) impegnarsi nella promozione della cultura sarda, in particolare negli ambiti della letteratura e dell’archeologia, con uno sguardo attento alle tematiche più scottanti della Sardegna.

Tra le varie iniziative ricordiamo la presentazione del libro “Il pettine senza denti” di Eugenio Campus, sul Salto di Quirra, e la mostra “Miti e simboli di una civiltà mediterranea: la Sardegna Nuragica”. Senza dimenticare il grande successo dell’artista Pinuccio Sciola, con la mostra “Semi di Pace, Suoni di Pietra”, che ha incantato la Basilica di Santa Croce esibendosi di fronte alla tomba di Michelangelo. Un evento prestigioso, premiato dalla grande affluenza del pubblico fiorentino e dall’attenzione dei media.

Una grande eredità per il nuovo presidente Angelino Mereu, membro storico dell’ACSIT, tra i promotori degli eventi che nel corso degli anni passati hanno segnato maggiormente la storia dell’Associazione: tra gli altri, quelli legati alla Settimana Sarda, i Tenores di Bitti a Santa Croce e il concerto dei Tazenda.

Per l’ACSIT, in passato, ha ideato e curato “Isolas”, il periodico di cultura, arte e storia della Sardegna, pubblicato dall’associazione fiorentina.

Mereu, nato a Orani 59 anni fa, da quarant’anni risiede a Firenze. È funzionario presso la Confesercenti fiorentina, dove si occupa di comunicazione e ricopre l’incarico di direttore del mensile “Il Mercurio”. Studioso di “cose sarde”, Mereu è autore di due volumi, “Il Nivola ritrovato”, dedicato alla figura di Costantino Nivola e al suo soggiorno in Toscana e “Mastros del linna”, libro dedicato alla storia degli artigiani del legno di Orani.

L’obiettivo della nuova squadra è quello di continuare a promuovere  la cultura sarda e, sottolinea Mereu, un occhio di riguardo sarà dato alle eccellenze della nostra isola, “per dare voce a quella cultura della qualità che caratterizza tutti gli aspetti, produttivi e culturali, della Sardegna”.

Una presidenza all’insegna della qualità, quindi, per un’associazione aperta, disponibile e inclusiva che si riconferma un punto di riferimento per i sardi in Toscana.

Eletti, assieme al Presidente, anche Gabriella Murru vice Presidente Vicaria, Francesca Concas Vicepresidente,Mariangela Tanda amministratrice, e Pasqualina Musina coordinatrice della segreteria

Print Friendly, PDF & Email

Translate »