energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Problema tecnico: visualizzazione vecchi articoli. Stiamo risolvendo”. Moria di pesci……. Notizie dalla toscana

Sulla vicenda della moria di pesci nel canale Burlamacca, l'unico emissario  del lago di Massaciuccoli, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana (Arpat), che si è attivata il 18 marzo con una serie di analisi ripetute a distanza di due giorni, comunica oggi i risultati dei suoi rilievi ambientali. La moria dei pesci è da attribuirsi ad un picco di fioritura dell'alga Prymnesium parvum che produce sostanze tossiche, le quali, una volta diffuse nell’acqua, sono in grado di uccidere la fauna ittica. Gli esiti delle analisi, che si sono concluse proprio oggi, confermano infatti che la fioritura algale tossica ha coinciso con i giorni della moria (18/03/2012). La forte crescita dell’alga, prosegue la nota di Arpat,  è un fenomeno correlato al periodo primaverile, all'innalzamento delle temperature e ad un forte carico eutrofico (elementi nutritivi come azoto e fosforo) presente nel Lago di Massaciuccoli. Secondo quanto previsto dalle Linee guida regionali per la gestione di morie di ittiofauna nelle acque libere, la rimozione delle carcasse dei pesci spetta alle Amministrazioni comunali competenti, che sono state prontamente avvertite da Arpat.

Foto http://sira.arpat.toscana.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »