energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Canottaggio, dalla Canottieri Arcangiolini e Oppo agli Europei Assoluti Sport

Firenze – Dopo i tre argenti conquistati agli Europei Junior in Belgio lo scorso fine settimana con Dario Favilli, Neri Muccini e Leonardo Pietra Caprina, la Società Canottieri “Firenze” si appresta a vivere un altro grande weekend a livello continentale: a Belgrado stanno per iniziare gli Europei Assoluti & Pesi Leggeri, con due biancorossi impegnati in maglia azzurra.  Si tratta di Beatrice Arcangiolini e Stefano Oppo, i due ventenni d’oro del club remiero del Ponte Vecchio che già dall’anno scorso sono due pilastri del gruppo Senior femminile e di quello PL maschile. Nella manifestazione continentale ai nastri di partenza in Serbia, Beatrice e Stefano gareggeranno entrambi nella specialità del due senza. Beatrice, 20 anni da una settimana, è in barca con la comasca Gaia Marzari (Canottier Lario), con la quale forma il due senza rosa più forte d’Italia dalla passata stagione, quando insieme rappresentarono l’Italia nella specialità agli Europei di Siviglia e ai Mondiali di Chung-ju, chiusi rispettivamente al quinto e al nono posto. A Belgrado, oltre che con l’equipaggio padrone di casa, Beatrice e Gaia dovranno vedersela con Croazia, Irlanda, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Romania e Russia. Stefano, che 20 anni li compirà a settembre, forma invece il due senza PL con Paolo Di Girolamo, coetaneo in forza alle Fiamme Gialle. Un sodalizio vincente quello tra il biancorosso e il giovane finanziere: Oppo e Di Girolamo infatti insieme hanno già conquistato tre titoli mondiali (quattro senza Junior 2012, quattro senza PL Under 23 2013, otto PL 2013) e due europei (otto Junior 2011 e quattro senza Junior 2012). Ben quattordici i due senza leggeri iscritti: l’Italia di Stefano e Paolo dovrà battagliare con Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Germania, Grecia, Ungheria, Olanda, Portogallo, Svizzera e Turchia.

 

L’Europeo Assoluto & PL di Belgrado non è l’unico impegno del fine settimana per la “Firenze”, che con il gruppo Special Olympics (il più diffuso programma di attività sportive per persone con disabilità intellettive nel mondo) parteciperà alla trentesima edizione dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, in programma a Venezia fino al 30 maggio. I Giochi rappresentano una straordinaria occasione per riaffermare il valore della diversità e per promuovere un differente approccio alla disabilità intellettiva, quale risorsa e forza per una società realmente inclusiva. Sette le discipline sportive che compongono ufficialmente il programma dell’evento – basket, bocce, canottaggio, indoor rowing, equitazione, golf, nuoto, tennis – a cui si uniscono tre discipline dimostrative quali vela, pallanuoto unificata e nuoto pinnato. I Giochi Nazionali Estivi Special Olympics faranno confluire a Venezia 2300 atleti, 250 tecnici, 600 volontari e 1400 famigliari al seguito. Il Team Special Olympics della Canottieri “ Firenze” sarà composto da nove atleti, guidati dalle istruttrici Gioia Sacco e Giulia Magnatta, e sei volontari.  Fondato da Eunice Kennedy, sorella di JFK, nel 1968, il movimento Special Olympics è ufficialmente riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale. Coinvolge oggi in 180 paesi circa  quattro milioni di atleti, 800 mila volontari, 200 mila tecnici e circa 3 milioni di famigliari, numeri che contribuiscono a realizzare ogni anno circa 50 mila eventi in tutto il Mondo.  La mission di Special Olympics consiste nel favorire, attraverso lo sport, la crescita personale, l’autonomia e la piena integrazione sociale delle persone con disabilità intellettiva.

 Foto canottaggio.org

Print Friendly, PDF & Email

Translate »