energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Canottaggio indoor: a Livorno è caccia al record Sport

Mattinata particolare quella di sabato 1 dicembre per il canottaggio toscano. A Livorno, in Piazza Grande, uno dei massimi rappresentanti del canottaggio nazionale  ed un valoroso team di Master andranno all’assalto rispettivamente del record italiano di Maratona (42 km. 195 metri) al remoergometro e di quello mondiale sui 100 km. a staffetta, sempre sul simulatore di voga. Il primo protagonista, manco a dirlo vista la location, è Luca Agamennoni, livornese, cresciuto nel gruppo sportivo VV.F. Tomei e da anni tesserato per le Fiamme Gialle, dove ha completato il suo percorso agonistico entrando letteralmente nell’Olimpo sportivo: bronzo sul quattro senza ad Atene 2004 e argento sul quattro di coppia a Pechino 2008, unico canottiere nella storia azzurra ad aver conquistato una medaglia sia di coppia che di punta ai Giochi Olimpici. Per chi conosce il remoergometro, da anni attrezzo d’obbligo non solo nei circoli remieri ma anche in tutte le palestre degne di questo nome, Luca è chiamato ad un’impresa titantica: mantenere per tutto il percorso una media inferiore a 1’ 53” e 9 decimi, che gli permetterebbe di scendere sotto le 2h 40’ e stabilire il nuovo primato italiano. A sostenere Aga lungo il percorso ci sarà Leone, all’anagrafe Stefano Galoppini, storico personaggio dell’universo remiero labronico. I protagonisti della 100 km. invece saranno dieci validi Master che daranno anima, corpo e tanto sudore per strappare alla Finlandia il record mondiale sulla distanza riservato ad atleti tra i 50 ed i 59 anni. Impressionante anche in questo caso il muro che dovranno abbattere i dieci italiani: 6h 4’ 12”. Il compimento dell’impresa è affidato ad un toscano doc e nome conosciutissimo nel panorama remiero Master italiano, il fiorentino Leonardo Magnatta, che si alternerà al remoergometro con Sergio Botti da Ascoli Piceno, Silvio Castagnone e Andrea Guerra da Reggio Emilia, Alessandro Giannini e Claudio Varamo da Roma, Renzo Resenterra da Trento, Antonio Alfonzetti e Federico Marescotti da La Spezia ed il capitano del team, il padrone di casa: Vittorio Pasqui da Livorno. Capofila di tutta la giornata è Mauro Martelli, presidente dell’associazione onlus Sportlandia, che con l’evento organizzato insieme al Tomei si propone di pubblicizzare la grande attività che la sua onlus svolge con gli Special Olympics, i canottieri disabili intellettivi, protagonisti nel 2012 di una grande stagione agonistica lungo tutta l’Italia e già pronti per un 2013 ricco di altre partecipazioni a molteplici iniziative.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »