energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Canottieri Firenze: comincia l’era Calussi Società, Sport

Rinnovare il blasone nel rispetto della tradizione – E' questo il motto con cui Cristiano Calussi inizia il suo primo mandato di Presidente del Consiglio Direttivo della Società Canottieri di Firenze. Velatamente emozionato, il neo presidente ha presentato uno ad uno i nuovi membri del Consiglio, che resteranno in carica fino alla fine del 2012. Il nuovo CD – Rinnovato in quasi tutta la sua totalità (un solo consigliere, Piero Spagnoli, figura tra gli uscenti del precedente Consiglio), il CD della Canottieri Firenze si compone di dieci membri più Calussi stesso. «Mettere assieme dieci persone non è mai semplice – ha spiegato il nuovo Presidente – ma ci tengo a dire che prima viene il lavoro di ognuno di loro, poi vengo io. Non il contrario». Filippo Cozzi, ex canottiere di livello internazionale lavorerà fianco a fianco con Tommaso Muccini nella direzione sportiva. Vice presidente sarà il già citato Spagnoli, coaudiuvato nella funzione di Consigliere Segretario da Francesco Vessichelli. Le “casse” della Cannottieri saranno invece affidate a Guido Alberto Gonnelli. Unica “quota rosa”, l'addetta al Circolo del Lungarno de' Medici Gilda Valente. Tra i collaboratori figurano il sempreverde Carlo Nocentini – ex-vice presidente della Canottieri e attualmente nella segreteria del CONI provinciale – e Niccolò Bagnoli, anch'egli impegnato nella direzione sportiva.

Il “programma Calussi” – Socio sin dal 1991 della Cannottieri Calussi ha illustrato ai consiglieri e al pubblico i suoi punti programmatici. «Servono anzitutto più soci che vadano in Arno a vogare – ha spiegato Calussi – e per questo pensavamo di cercare un allenatore dedicato. Dobbiamo inoltre rinnovare il circolo e per questo servirà un finanziamento». Sport e immagine, quindi, ma non solo nell'era Calussi. Il neo presidente ha infatti anche chiesto ai consiglieri uno sforzo per «creare una sezione vela, come altri circoli di canottaggio e aumentare il numero di gemellaggi nazionali e non con altri circoli di canottaggio».

Nardella: “Nuove facce a Ponte Vecchio” – Ricalcando il leitmotiv del sindaco Renzi, il suo vice Dario Nardella si è detto soddisfatto delle scelte «dell'amico Calussi», che vanno nella direzione di un rinnovamento che porterà «nuove facce a Ponte Vecchio», alludendo alla vicinanza del Circolo al celebre ponte fiorentino. Il vicesindaco e assessore allo Sport ha approfittato dell'occasione per ricordare che la sede della nuova succursale della Società Canottieri sarà pronta per metà aprile prossimo. L'iter, avviato ai tempi in cui Eugenio Giani era assessore allo Sport, ha avuto intoppi di natura burocratica e finanziaria (una delle aziende coinvolte nel progetto è recentemente fallita). Ma «dopo un anno di intenso lavoro e 600mila euro investiti» la sede pare essere pronta, nello stesso anno di «Firenze capitale europea dello sport e a 125 anni esatti dalla prima competizione disputata dalla canottieri Firenze».

Giani: “Società di alta solennità” – «Assieme alla Fiorentina e al Circolo del Tennis – ha detto il presidente del Consiglio Comunale Eugenio Giani – la Società Cannottieri rappresenta uno dei tre sodalizi sportivi più importanti della città. È un sodalizio che porta con sé un alto carico di solennità». Secondo Giani, con l'apertura della nuova sede di Firenze sud si potrà creare nella parte meridionale della città un nuovo polo sportivo che racchiuda in sé le più diverse discipline, «dal calcio e calcetto al volley, al canottaggio al jogging».

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »