energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cantieri edili, nascono i comitati di verifica anti Covid19 Economia

Firenze – E’ stata sottoscritta (dai sindacati Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Toscana, dalle associazioni di categoria Ance, Cna Costruzioni, Confartigianato Costruzioni, Confapi Aniem, Legacoop Produzione e Servizi della Toscana) l’intesa regionale sulle linee guida per la costituzione dei Comitati Territoriali per la verifica dell’applicazione dei Protocolli anti Covid-19 nei cantieri edili della Toscana.

Un accordo importante – afferma una nota delle Cnfederazioni sindacali – non solo perché si definiscono indicazioni omogenee su tutto il territorio regionale, ma soprattutto perché nei Comitati ci sarà la presenza di tutte le parti sociali firmatarie dei Protocolli Nazionali e dei Contratti Collettivi di settore, degli Rlst e di tutti i Comitati Paritetici competenti per territorio. I Comitati territoriali svolgeranno la loro funzione là dove non sono costituite le Rsu e quindi i comitati di cantiere.

Sono poco più di 38mila i lavoratori edili in Toscana, una parte minima nell’emergenza Covid19 ha sempre lavorato, gli altri stanno via via rientrando a lavoro, la volontà di tutti è permettere una ripresa nel rispetto della sicurezza dei lavoratori.

I Comitati previsti dai Protocolli Nazionali del 26 Aprile 2020, Confederale e di categoria, recepiti dal Dpcm del 26 aprile 2020 e per questo applicabile e immediatamente esigibile, dovranno essere costituiti in ogni provincia. Nel Dpcm sono previste sanzioni per la non applicazione delle disposizioni, per inadempienza nell’applicazione delle norme: l’attività dei Comitati sarà indirizzata alla verifica, oltre a poter coinvolgere le autorità sanitarie e gli altri soggetti istituzionali coinvolti nelle iniziative per il contrasto del Covid19. Insomma, lavorare sì ma in sicurezza. Importante e ferma resta la funzione ispettiva di organi come Inail e Ispettorato del lavoro.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »