energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Capannoli, prima unione civile, la sindaca Cecchini: “Una nuova e bella esperienza” Cronaca, Società

Capannoli – Le due coniugi hanno scelto la discrezione. Poche le notizie su di loro: si sa che provengono da un altro comune della provincia di Pisa; che hanno voluto scegliere Capannoli per il loro “sì”; che la sindaca Arianna Cecchini (nella foto) ha celebrato, lo scorso 9 ottobre, in una bella domenica di sole, nel salone nobile di Villa Baciocchi, la loro unione civile; e che «la “sposa”, come da tradizione – racconta la prima cittadina capannolese – è arrivata in ritardo e, al momento di sfilare sotto gli sguardi dei tanti invitati, era emozionatissima. E molto, molto elegante e bella».

Per il Comune di Capannoli, che con quest’unione ha inaugurato il Registro delle Unioni civili, era la prima volta. E una prima volta è stata anche per la preziosa Villa Baciocchi, augusta dimora settecentesca, già proscenio, in innumerevoli occasioni, di matrimoni con rito civile. La sindaca Cecchini parla di «svolta epocale per l’ordinamento di stato civile dei Comuni e per il nostro Paese che, dopo tanti anni, ha approvato una legge che permette di veder riconosciuti diritti in precedenza ignorati». E prosegue: «Dopo che la giunta comunale, nell’agosto scorso, aveva equiparato le unioni civili ai matrimoni civili in fatto di luoghi in cui potessero essere celebrate, il 9 ottobre abbiamo accolto la prima unione civile in Villa Baciocchi, nei cui splendidi spazi affrescati coppie dello stesso sesso potranno pronunciare il proprio “sì”. Ma si potrà scegliere anche il suo Salone Nobile, o la Saletta degli Affreschi, o anche il suo secolare Parco. E, volendo, il rito civile potrà essere officiato anche a Santo Pietro Belvedere, all’aperto, nel Parco della Castellina, o nel più intimo Gazebo degli Innamorati».

arianna-cecchini

La cerimonia di domenica 9, spiega Cecchini, è stata «molto partecipata e molto emozionante. Le due donne hanno visto realizzarsi il proprio sogno; e sono doppiamente felice che le protagoniste di questa bella storia abbiano scelto Capannoli per coronare il proprio sogno”. Non tutti i sindaci della Valdera sono così ben disposti in fatto di unioni civili. Come si sa, l’amministrazione di Cascina le ha bandite: «Non celebro unioni tra omosessuali», disse mesi fa la sindaca leghista Susanna Ceccardi, scatenando polemiche e accendendo lunghe diatribe tra opposte tifoserie. Rispetto alla collega di Cascina, Cecchini è di parere opposto: «Vedere il salone nobile gremito di persone, amici e parenti delle due festeggiate, è stato davvero bello. L’aria che si respirava era quella del raggiungimento di un sogno inseguito da tempo. È stato per me un grande onore essere protagonista/testimone dell’unione di due donne che da anni condividevano l’amore e la bellezza di un rapporto sincero, dopo spaccati di vita difficili, testimoniati anche dalle parole di alcune persone intervenute. Una celebrazione diversa dai classici matrimoni, seppur anch’essi per me sempre emozionanti; una nuova e bella esperienza anche per me”.

villa-baciocchi

Print Friendly, PDF & Email

Translate »