energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Capannori riqualifica i borghi collinari Notizie dalla toscana

Valorizzare i borghi storici di Castelvecchio di Compito e San Gennaro attraverso una serie di interventi coordinati, omogenei e ad ampio raggio. E’ questo lo scopo del progetto che l’amministrazione comunale sta mettendo a punto. Si lavorerà a più livelli. Accanto ad opere di riqualificazione dei luoghi simbolo delle frazioni, come vie e piazze, si prevederà negli strumenti urbanistici la realizzazione di nuovi parcheggi, aree a verde e la riscoperta di antichi sentieri di collegamento. Verranno poi migliorati gli standard degli arredi urbani come panchine, cestini e punti luce. Le novità saranno anche a carattere normativo. Per rendere più armonico il paesaggio e tutelare gli edifici esistenti, saranno recepite nel regolamento edilizio alcune indicazioni riguardanti l’uso dei materiali e dei colori essendo previsto un piano dei colori per le facciate degli edifici. Gli interventi, suddivisi in due progetti distinti per frazione, saranno attuati in più fasi e recepiscono le esigenze delle comunità.
Il piano è stato esposto nei giorni scorsi alle commissioni consiliari lavori pubblici e urbanistica.

“Un progetto di ampie vedute che, grazie a un fine lavoro di cucitura degli elementi urbanistici e ambientali, mira a far compiere un salto di qualità a due delle frazioni più rappresentative del paesaggio rurale del territorio – affermano il presidente della commissione lavori pubblici, Mauro Rocchi, e quello della commissione urbanistica, Antonio Devinciente -. Ciò che è importante è che al centro di queste opere verrà messo il cittadino privilegiando gli spazi per la comunità e incrementando l’accessibilità ai borghi. In questo modo non solo si aumenterà la qualità della vita, ma, grazie al migliore valore paesaggistico, ci sarà una più forte appetibilità per i turisti; un aspetto, questo, su cui l’amministrazione sta puntando molto”.

Il dettaglio delle opere è ancora in fase di individuazione definitiva, ma sono già state delineate alcune aree di intervento.
A Castelvecchio di Compito si prevede di aumentare il numero degli stalli di sosta mediante l’ampliamento di alcuni parcheggi esistenti, come quello nella zona del cimitero, e l’individuazione di nuovi. Sarà poi creata una nuova area a verde attrezzato. Sul fronte arredo urbano saranno installati nuovi punti luce e sostituiti quelli non più efficienti; inoltre verranno unificati dal punto di vista estetico altri elementi quali panchine e cestini. E’ in programma, poi, la riqualificazione di alcune  aree del paese, come la piazza della chiesa. Sarà inoltre recuperato l’antico tracciato della strada del paese e si lavorerà, in accordo coi gestori e le società competenti, all’eliminazione delle linee aeree dell’elettricità e del telefono.

A San Gennaro si prevederanno nuove aree di sosta che saranno collegate ai principali punti di interesse pubblico del paese mediante dei camminamenti. Allo studio c’è anche la riqualificazione di alcuni luoghi come la piazza centrale, il recupero di lavatoi e la creazione di un’area a verde attrezzato. Si prevede poi di far tornar fruibili ai pedoni alcune vecchie strade come quella che sale al paese di Petrognano e quella di collegamento per Collodi. Anche in questa frazione verrà potenziata l’illuminazione pubblica, saranno resi omogenei gli elementi dell’arredo urbano e si studierà come rendere meno impattanti le linee aeree del telefono e dell’elettricità.
Castelvecchio di Compito e San Gennaro diventeranno, dunque, i modelli di un nuovo tipo di progettazione che potrebbe essere applicata ad altre frazioni del comune. COM

Print Friendly, PDF & Email

Translate »